Altri ComuniCronacaPoliticaProvincia

Boschi Sant’Anna: il cavalca ferrovia continua a far discutere

Opposizione all'attacco: "Amministrazione non all'altezza"

Torna a far discutere il ponte che scavalca la ferrovia a Boschi Sant’Anna unendo il paese.

Dopo il dubbio estivo su di chi fosse la pertinenza della sua manutenzione è ora la minoranza in consiglio comunale, rappresentata dal capogruppo Giovanni Tumicelli, dal candidato sindaco della scorsa tornata elettorale Antonio Bottazzi e dalla consigliera Laura Foti a scagliarsi contro la maggioranza.

“Questa maggioranza non è all’altezza di amministrare il Comune di Boschi Sant’Anna” hanno sottolineato dopo la recente querelle estiva. “Non è possibile presentarsi in consiglio comunale così impreparati e non sapere se un ponte è di competenza comunale o di Veneto Strade. Ora finalmente il mistero è stato risolto ma questo dubbio dimostra l’impreparazione di chi amministra il nostro comune”.

Il ponte cavalcafferovia di Boschi Sant’Anna è stato inaugurato nel 2008 anche se il certificato è stato emesso solamente nel 2013. E proprio in questo lasso di tempo probabilmente è nata l’incertezza sulla paternità del ponte che Veneto Strade non ha mai consegnato al comune di Boschi.

“Lo scorso giugno, nel corso di un Consiglio comunale, il primo cittadino Enrico Occhiali ha comunicato che erano stati messi a bilancio 100 mila euro per l’esecuzione di alcuni lavori urgenti di manutenzione sul cavalcaferrovia”, sottolinea il consigliere di minoranza Tumicelli, “In quella circostanza il sindaco se ne è uscito con quella che pareva una battuta, dicendo “anche se non sappiamo ancora di chi sia, se è nostro o se è di Veneto Strade””.

Una successiva verifica effettuata dall’amministrazione comunale è emerso che il ponte è ancora di competenza di Veneto Strade rendendo di fatto inutile la variazione di bilancio precedentemente deliberata.

Starà ora a Veneto Strade effettuare i lavori di manutenzione al ponte. “Auspichiamo che Veneto
Strade sia veloce nella realizzazione dei lavori di manutenzione, ma siamo pronti a domandare la chiusura della strada se dovessero sussistere dei rischi per i cittadini”, hanno sottolineato i 3 consiglieri di opposizione.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close