CereaCronacaProvincia

Cerea: 17 salme tumulate senza autorizzazione, scattano le verifiche

L'amministrazione ha riscontrato anomalie nella gestione

A seguito di alcune verifiche procedurali, l’amministrazione comunale ha rilevato la presenza di alcune anomalie nella gestione delle sepolture cimiteriali. Tali anomalie si sarebbero verificate negli ultimi tre mesi e si riferiscono alla tumulazione non autorizzata di 17 salme in un’area del cimitero del capoluogo di Cerea, dove sono state sepolte le salme di persone non residenti, appartenenti ad altre confessioni religiose. Non appena verificate le anomalie, l’amministrazione comunale ha fatto scattare immediatamente una serie di accertamenti e di indagini, atti a tutelare il prestigio e l’immagine dell’ente e volti a fare chiarezza in merito ad eventuali responsabilità di singole persone e al rispetto dei protocolli che regolamentano la polizia mortuaria.

Nell’attesa dell’esito degli accertamenti in corso, sia interne che presso la competente autorità, da martedì 30 giugno, la cooperativa Beta, sarà titolare esclusiva della gestione dei cimiteri del Comune, garantendo la presenza di un addetto alla segreteria nell’ufficio del custode, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 per tutto il mese di Luglio.

“E’ necessario far luce su questa deplorevole vicenda. Pretendiamo massima chiarezza e trasparenza su quanto accaduto in questi ultimi mesi in merito a queste sepolture non autorizzate; non appena in possesso di tutti gli elementi valutativi, prenderemo tutti i doverosi provvedimenti nei confronti di chi ha sbagliato in modo così evidente rispetto ad una norma di legge” dichiarano congiuntamente il Sindaco Franzoni e l’ass. Brendaglia delegato al Patrimonio

 

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close