CereaCronacaProvincia

Cerea ha un nuovo “biglietto da visita”

Inaugurato domenica 18 ottobre il nuovo parco in località Cà Bianca

Un sogno che si realizza per i residenti ed un vanto per l’Amministrazione comunale di Cerea che è riuscita a mettere a disposizione dei suoi cittadini una nuova area verde dove poter far giocare i bimbi e passare momenti piacevoli all’aria aperta. Il nuovo parco Cà Bianca, inaugurato domenica 18 ottobre, rappresenta il miglior biglietto da visita da offrire a chi entra a Cerea provenendo dalla strada provinciale 44, che collega la Transpolesana al centro della città.

A progettare la nuova area verde l’architetto Massagrande con il suo studio. “E’ stato un onore – ha sottolineato illustrando il suo intervento –  progettare questo parco desideratissimo. Dopo una prima ispezione del sito ho deciso di realizzare all’interno del parco un tronco di piramide, un vero e proprio terrapieno che potesse schermare i rumori delle auto che percorrono la provinciale e al contempo dare una certa privacy a chi frequenta il parco. Da un punto di vista simbolico questa leggera ascesa porta ad accompagnare lo sguardo di chi arriva a Cerea verso la nostra area Exp”. All’interno del parco, dotato di video sorveglianza ed illuminazione a Led, è stata realizzata inoltre un’area gioco dedicata ai bambini.

“Questa è un’opera sentita e auspicata da anni dai residenti – ha ribadito Bruno Fanton, assessore ai lavori pubblici – Doniamo loro un parco bello e funzionale di cui Cà Bianca aveva bisogno. Ora siamo al lavoro per risolvere i problemi viabilistici di questa zona di cui siamo al corrente e sui quali la nostra attenzione non è mai mancata”.

“Dall’inizio del nostro mandato – ha evidenziato Stefano Brendaglia, assessore al patrimonio e al decoro urbano – ci siamo messi al lavoro per realizzare quanto i cittadini ci richiedevano. Da anni i residenti chiedevano la realizzazione di questo parco che finalmente è realtà. Questa inaugurazione è il segno che la politica porta risultati per la sua comunità. Faccio un appello ai residenti: ora viviamo questo parco e facciamolo fiorire”.

“Nel realizzare questo parco – ha aggiunto il sindaco di Cerea Marco Franzoni – abbiamo cambiato metodo, lo abbiamo pensato, progettato e realizzato ascoltando i residenti. E’ uno splendido esempio di come l’azione civica porti risultati per tutti”.

“Grazie all’amministrazione che ci ha regalato questo sogno – ha concluso Carlo Merlin, uno dei principali fautori del parco – Voglio citare anche Giorgio Fazion e Claudio Visentini che si sono spesi insieme a me per la realizzazione di questa area verde. Un miglior biglietto da visita Cerea non poteva averlo”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close