CronacaLegnagoProvincia

Emergenza Covid: 300.000 euro dal Comune a sostegnodi imprese e lavoratori autonomi

Nei settori commercio, spettacolo, artigianato e servizi.

Con delibera n.76 del 18 maggio 2021 la Giunta ha approvato la concessione di 300.000 euro di contributi a fondo perduto a favore di micro-imprese e lavoratori autonomi (iscritti alla Camera di Commercio) operanti nei settori del commercio, spettacolo, artigianato e servizi colpiti dalla crisi economica a seguito dell’emergenza Covid.

L’iniziativa ha l’obiettivo di integrare le misure di sostegno alle attività adottate a livello centrale e regionale e di intensificare gli effetti positivi sul territorio comunale.

L’importo di 300.000 euro verrà ripartito tra le imprese ammesse alla misura di sostegno economico sino ad un massimo di 2.000 euro ciascuna.

I criteri per la concessione dei contributi sono i seguenti

  • Le attività economiche devono avere sede nel Comune di Legnago ed essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese.
  • Attività ammesse: a) attività commerciali con un fatturato non superiore a 500.000 euro nel 2019; b) attività artigianali con un fatturato non superiore a 100.000 euro nel 2019; c) nuove attività indipendentemente dal settore commerciale o artigianale che hanno aperto l’attività nel corso del 2020, con ricavi massimi di 30.000 euro.

L’importo minimo riconosciuto per ciascuna attività è determinato sulla base del minor fatturato effettuato nell’ultimo anno (2020) rispetto al 2019, secondo la seguente ripartizione:

  • Euro 350 per ciascuna attività che abbia registrato un minor fatturato, (documentabile sulla base delle scritture contabili) nel 2020 rispetto al 2019 e che dovrà essere inferiore di almeno il 30%.
  • Euro 600 per ciascuna attività che abbia registrato un minor fatturato, (documentabile sulla base delle scritture contabili) nel 2020 rispetto al 2019 e che dovrà essere inferiore di almeno il 50%.
  • Euro 350 per ciascuna attività che abbia effettivamente iniziato, anche a seguito di subingresso, nel 2020 (con ricavi massimi di 30.000 euro).

Eventuali somme residue, rispetto al complessivo stanziamento di euro 300.000, saranno redistribuite sino ad un importo massimo erogabile pari a 2.000 euro.

Lo stanziamento complessivo di 300.000 euro è finanziato utilizzando le somme provenienti dal Fondo per l’esercizio delle funzioni fondamentali degli enti locali.

Nel pomeriggio verrà pubblicato il bando per la richiesta di contributo sul sito del Comune di Legnago.https://www.comune.legnago.vr.it/myportal/C_E512/home

Le domande devono pervenire entro l’11 giugno (ore 12.30) tramite il modulo allegato al bando presente sul sito del Comune.

Il modulo, corredato di copia della carta d’identità del richiedente, potrà essere inoltrato tramite Pec a:

  1. vr@cert.ip-veneto.net,
  2. raccomandata a/r indirizzata a Comune di Legnago via XX settembre n. 29, 37045 Legnago (VR) o
  3. consegnato a mano al Protocollo (aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30).

La graduatoria verrà pubblicata il 30 giugno e i contributi verranno erogati entro 30 gg dalla pubblicazione.

“Si tratta di un provvedimento importante a sostegno delle attività economiche del nostro territorio”, ha commentato Nicola Scapini, Assessore alle Attività Economiche. “Abbiamo voluto semplificare il più possibile la richiesta di contributo al fine di agevolare le attività nell’espletazione della domanda. Un ringraziamento particolare va fatto alle associazioni di categoria Confcommercio, Assoimprese, Casartigiani che sono intervenute ed hanno fattivamente collaborato nella realizzazione di questo provvedimento.  Abbiamo cercato di contenere il più possibile i tempi nell’erogazione di questi fondi per andare incontro alle esigenze delle nostre attività. L’iniziativa si aggiunge a quelle già attuate dall’amministrazione comunale con i 400.000 euro relativi all’abbattimento della Tari dello scorso anno, l’ampliamento gratuito e semplificato dei plateatici, i buoni spesa per le P.Iva, oltre agli eventi che caratterizzeranno la prossima estate l’intero territorio legnaghese”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close