CronacaLegnagoProvincia

I cani anti Covid addestrati da Progetto Serena sbarcano anche a Legnago

Presentato "C-19 Screendog”, il nuovo progetto dell’associazione ceretana diretto ad addestrare cani in grado di riconoscere l'odore di una persona positiva al Covid 19.

Nei giorni scorsi il Sindaco di Legnago Graziano Lorenzetti ha incontrato l’Associazione Progetto Serena Onlus, da oltre 10 anni impegnata nella formazione di cani per l’allerta diabete.

Il fondatore Roberto Zampieri e la presidente Sara Calgaro hanno presentato “C-19 Screendog”, il nuovo progetto dell’associazione ceretana diretto ad addestrare cani in grado di riconoscere l’odore di una persona positiva al Covid 19.

Un’iniziativa che consentirebbe uno screening alternativo al test rapido o tampone molecolare all’interno di scuole, ospedali, Rsa e altri luoghi pubblici dove è previsto assembramento, come cinema e teatri.

All’interno della Sala Civica, i volontari della Onlus hanno dimostrato come i cani siano in grado di “fiutare” la positività o negatività di una soggetto in pochi secondi, annusando un campione nascosto tra i vestiti dei figuranti.

I campioni sono costituiti da polimeri che contengono sudore ascellare di soggetti sia positivi che negativi al virus. Una novità rispetto al progetto “cani anti-Covid” partito in Finlandia lo scorso anno, che si serviva di un campione bronco-tracheale contenete il virus, quindi rischioso per il cane.

 

 

 

 

Progetto Onlus sta effettuando le validazioni dei cani per valutare l’efficacia dello screening.

La ricerca è promossa dall’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con l’Area Vasta 3 di Macerata e coordinata dalla Professoressa Maria Rita Rippo, docente alla Facoltà di Medicina e specializzata in patologia clinica, che si occupa dell’analisi e validazione del protocollo del progetto.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button