CronacaSanitàVerona

Il consultorio familiare dell’Ulss 9 Scaligera al lavoro per prevenire le violenze di genere

La violenza all’interno delle relazioni affettive al centro dell'attenzione

 

I Consultori Familiari dell’Azienda ULSS 9 Scaligera lavorano da anni in rete con tutti i Servizi e  Enti  del territorio per la prevenzione e l’intervento in situazioni di violenza di genere, in particolare intrafamiliari, e sui minori. L’approccio al tema del maltrattamento/violenza è molto complesso e i Consultori Familiari rappresentano, per la popolazione e il territorio, un riferimento fondamentale. La specificità del lavoro in ambito consultoriale, ossia la consulenza e presa in carico delle coppie e delle famiglie nei momenti più importanti dell’evoluzione del nucleo familiare, dall’attesa di un figlio, alla nascita, alla crescita delle funzioni genitoriali, all’adolescenza dei figli, permette di avere un importante osservatorio delle dinamiche di coppia e familiari. Le situazioni critiche sono accolte ed individuate dall’equipe consultoriale che effettua una prima consulenza, prende in carico se di competenza, o invia, in un lavoro di rete, ad altri centri specialistici, esistenti sul territorio. Un altro importante osservatorio dei Consultori Familiari è rappresentato dalla collaborazione con il Tribunale Civile per la valutazione e presa in carico delle separazioni conflittuali nelle coppie con figli minorenni, dove la crisi ed il conflitto grave possono sfociare in agiti violenti. La retetra Servizi, nel rispetto e nell’integrazione delle rispettive competenze e attività, è centrale per aiutare le vittime che hanno bisogno di protezione e per fermare i maltrattanti. Assume un’importante funzione preventiva l’attività di Educazione Affettiva e Sessuale svoltadai Consultori Familiari all’interno degli Istituti Superiori del territorio, dove da anni, con la collaborazione del Centro Antiviolenza Petra del Comune di Verona, viene affrontato anche il tema della violenza nelle relazioni affettive. Sono stati realizzati contro la violenza di genere e maltrattanti,protocolli che hanno visto la collaborazione attiva della Ulss con altri Enti territoriali.

È stato sottoscritto il 13 ottobre 2020 il “Protocollo di rete per il contrasto alla violenza contro le donne nella Regione Veneto” che rileva i  servizi e le risorse esistenti nel territorio dell’ULSS 9 Scaligera e regolamenta  una messa in rete degli stessi. I Consultori, nello specifico, sono chiamati ad “attuare interventi psicosociali a favore della donna e, per eventuali figli minori, in collegamento con TM” e “definire con i Centri Antiviolenza le procedure da attivare per la valutazione di un’eventuale presa in carico da parte dei Centri, verificandone e monitorandone il percorso assistenziale”.

Attraverso le schede di raccolta dati istituite dai Consultori Familiari per rilevare il fenomeno della violenza all’interno delle relazioni affettive, sia nei casi di accesso spontaneo che istituzionale, dal 2016 al 2019 è stato rilevato un incremento di dati. In particolare, nel 2019 su un totale di 70 situazioni, 39 sono state rilevate durante consulenze per altre tematiche e 31 su mandato del Tribunale Civile per separazioni conflittuali. Di tutte le situazioni di violenza intrafamiliare, in 49 casi si tratta di violenza di genere, nelle sue varie declinazioni: fisica, psicologica, economica, sessuale, stalking.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button