CronacaEconomiaLegnagoProvincia

Legnago: arrivano i buoni spesa 2021, ecco come richiederli

Il 17 gennaio 2021 scade il termine per la presentazione delle domande

Il 17 gennaio 2021 scade il termine per la presentazione delle domande per l’assegnazione dei buoni spesa.
Ogni richiedente può presentare una sola domanda per l’intero nucleo familiare.
La domanda va fatta esclusivamente online compilando l’apposito modulo disponibile sulla piattaforma https://legnago.wellcomecard.it/it/.
E’ possibile accedere al sito da telefono cellulare, tablet o Personal Computer dotati di connessione ad internet.
Una volta aperto il sito, Cliccare nella sezione “Aderisci” in alto a destra e selezionare l’opzione “cittadino”:
Cliccare su “Invia adesione”
Inserire i propri dati anagrafici. Scaricare l’Autocertificazione, compilarla e caricarla nell’apposito spazio, così come il documento d’identità in corso di validità. L’autocertificazione va salvata come PDF, nominando il file con il proprio codice fiscale.
Prima di compilare la domanda si consiglia di tenere a portata di mano:
– documento d’identità in corso di validità del richiedente (da allegare la scansione/foto);
– codice fiscale del richiedente e dei componenti il nucleo anagrafico;
– numero della partita Iva, per i cittadini titolari di attività economiche;
– importo complessivo dei saldi dei conti correnti bancari o postali del nucleo familiare al 30/11/2020 (l’importo complessivo è dato dalla somma dei saldi al 30/11/2020 di tutti i rapporti finanziari intestati ai membri del nucleo familiare – non del solo richiedente – ).
Il cittadino a cui sarà riconosciuto il contributo riceverà un sms con il pin da utilizzare per usufruire dei buoni.
Il bonus spesa sarà erogato in un’unica soluzione attraverso una procedura di accredito automatica delle somme (buono spesa) e sarà spendibile utilizzando il CODICE FISCALE e il PIN che sarà inviato al numero di cellulare indicato nella domanda successivamente alla sua accettazione.
Si raccomanda quindi di prestare attenzione ai dati inseriti e alla loro completezza.
I dati che verranno dichiarati nelle proprie istanze acquisiscono il valore di autocertificazione ai sensi del DPR n.445/2000, per cui le dichiarazioni false e mendaci determinano l’automatica esclusione dal beneficio ed il deferimento all’Autorità Giudiziaria.
L’Amministrazione potrà verificare, anche successivamente, la veridicità delle dichiarazioni rese in sede di istanza provvedendo al recupero delle somme erogate ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000 in caso di false dichiarazioni.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close