CronacaProvinciaSanità

Malcesine: ultimati i lavori al padiglione A dell’Ospedale

L'importante intervento è stato interamente finanziato dalla Regione

Sono stati ultimati i lavori per l’adeguamento antincendio del Padiglione A, piano 1° dell’ospedale di Malcesine, iniziati a giugno 2020 e riguardanti opere edili e impiantistiche per un importo pari a 1.479.798 € finanziato dalla Regione, in osservanza delle prescrizioni imposte dal Comando dei Vigili del Fuoco di Verona. Le opere edili, già eseguite, hanno riguardato sostanzialmente la realizzazione di luoghi sicuri di calma, scale protette a prova di fumo, separazione con locali adibiti a depositi, interventi di placcaggio delle strutture con contro pareti resistenti al fuoco, adeguamento scale antincendio interne ed esterne, installazione di porte REI, assistenze murarie agli adeguamenti impiantistici. Gli impianti elettrici ed aeraulici e la realizzazione dell’impianto di rilevazione incendio automatico in tutte le stanze di degenza, nei depositi e negli altri locali sono stati completati, così come i pavimenti.

Nel corso dei lavori si è deciso di installare valvole termostatiche nelle stanze del 2° piano. Inoltre, a seguito di alcune richieste sia degli operatori che dei pazienti, si è intervenuto su alcuni aspetti del 2° piano, non oggetto dell’attuale intervento, ma che si è ritenuto di eseguire in quanto opere migliorative per il Centro. In particolare sono stati sistemati alcuni bagni che presentavano barriere architettoniche e sono state condizionate le palestre e realizzati gli spogliatoi per il personale.

Come si era ipotizzato alla presentazione dei lavori, utilizzando i fondi messi a disposizione dalla Regione per gli adeguamenti antincendio si è provveduto ad assegnare la gara per i nuovi serramenti, che al momento sono in fase di installazione.

Si è inoltre dovuto spostare il contatore idrico della AGS, al fine di ampliare l’area a disposizione del Comune per la fermata dell’autobus.

Tutti questi lavori migliorativi, oltre agli scavi per posizionare le vasche di riserva idrica, hanno comportato un prolungamento dell’intervento di alcune settimane rispetto alla fine lavori, inizialmente prevista a dicembre 2020.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close