CronacaLegnagoProvinciaSanità

Mater Salutis: inaugurato il nuovo termoscanner

Una nuova arma contro il coronavirus

La pandemia da Sars-Cov-2, che sta imperversando ogni angolo del pianeta con una nuova ondata di contagi, fortunatamente ancora controllabile nel nostro Paese, ha comunque i suoi lati positivi, nel senso buono del termine. Molti cittadini ed aziende si stanno dimostrando solidali nei confronti degli enti e strutture impegnati in prima persona nella lotta contro il Covid-19.

Un esempio è la Merlini di Isola Rizza, che ha donato all’ospedale Mater Salutis uno termoscanner – già installato all’ingresso principale di Via Gianella – il quale, oltre alla temperatura corporea, rileva il corretto indossare della mascherina chirurgica, obbligatoria per accedere al nosocomio. La cerimonia di inaugurazione del dispositivo si è tenuta nella mattinata di mercoledì 14 ottobre, alla presenza di numerosi amministratori locali e dei vertici dell’autorità sanitaria.

“Questo momento storico di stravolgimento delle nostre vite ha comunque nobilitato l’essere umano, apprezzandone la sensibilità che la contraddistingue”, esordisce il DG dell’Ulss 9, Pietro Girardi. L’ex Assessore ai Lavori pubblici della Regione Veneto, Elisa De Berti, che ha in comune il luogo di provenienza dell’Azienda (Isola Rizza), spiega che “nell’ultimo periodo, molte aziende hanno saputo reinventarsi come ha fatto la famiglia Merlini, un’eccellenza del nostro territorio. La ditta si è messa a disposizione della collettività realizzando un apparecchio che ora è necessario”. In conclusione, una chiosa del Sindaco Graziano Lorenzetti: “Anche le cose negative devono lasciare qualcosa di positivo”. Il termoscanner è già operativo ed è a disposizione di tutti gli utenti dell’ospedale.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close