CronacaProvinciaSanità

“Se bevo non guido”: gli operatori dell’ULSS 9 all’Antica Fiera del Monte di Cavalcaselle

A Castelnuovo per un’attività di prevenzione dell’uso e abuso delle sostanze alteranti

Lunedì 22 novembre gli operatori dell’UOC Dipendenze di Bussolengo e Legnago dell’ULSS 9 Scaligera saranno presenti all’Antica Fiera del Monte di Cavalcaselle a Castelnuovo per un’attività di prevenzione dell’uso e abuso delle sostanze alteranti. Presso gli stand informativi le unità mobili e alcuni “tutor”, giovani operatori appositamente formati, distribuiranno materiali informativi, gadget originali creati per premiare il divertimento consapevole e proporranno, in modo anonimo e volontario, l’etilometro monouso per rilevare se il livello di alcol nel sangue è superiore a quello permesso per la guida.

L’attività delle unità operative “Tutor” di Bussolengo e “Giochi Puliti” di Legnago, quest’anno affiancati dai colleghi delle unità mobili “Fuori Posto” di Belluno e “Bside” di Vicenza, rientra nella campagna territoriale di sensibilizzazione e prevenzione contro gli abusi alcolici, con particolare riferimento ai rischi connessi alla guida, organizzata dal Gruppo Prevenzione dell’UOC Dipendenze di Bussolengo e Legnago.

L’obiettivo è favorire la consapevolezza delle persone rispetto al proprio stato psicofisico e agli effetti pericolosi per la salute dell’abuso alcolico, e la prevenzione degli incidenti stradali correlati. L’attività comprenderà anche un’indagine legata al gioco d’azzardo patologico e alle sue connessioni con l’uso di alcol.

Da oltre 15 anni l’UOC Dipendenze di Bussolengo e Legnago, diretta dalla Dr.ssa Sabrina Migliozzi, èimpegnata in programmi di prevenzione nei luoghi di consumo nell’ambito del coordinamento Regionale “Safe Night”, insieme ad altre cinque unità delle ULSS e del Privato Sociale del Veneto, con l’obbiettivo di sensibilizzare gestori e clienti di locali e luoghi del divertimento sui rischi dell’uso di alcol e droghe, di promuovere comportamenti adeguati in relazione alla guida sicura, al sesso protetto, ai comportamenti violenti, e di raccogliere dati sulle abitudini giovanili per l’adozione di future politiche di prevenzione mirata sui gruppi più a rischio.

Tutte le attività proposte verranno svolte nel rispetto delle norme anti Covid-19. Per sostare all’infopoint è richiesto l’uso della mascherina.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button