Altri ComuniCronacaPoliticaProvincia

Si accendono i led sul campo sportivo di Bonavicina

Torri faro di ultima generazione e fotovoltaico per gli impianti morubiani

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di riqualificazione energetica dei campi sportivi di San Pietro di Morubio e di Bonavicina.
Nella frazione, in particolare, si stanno sostituendo le sei vecchie torri faro che illuminano il rettangolo di gioco, con quattro nuovi impianti dai consumi ridotti. Ciascuno, alto 20 metri, ospiterà cinque proiettori a led di ultima generazione. L’intervento, oltre a offrire una luce più omogenea ed efficiente con un risparmio previsto di circa il 50% sulla bolletta, permetterà di passare dall’attuale valore medio “orizzontale” di illuminazione pari a 65 lux a 200. Dati tecnici che avranno un significativo risvolto pratico: infatti consentiranno al campo di essere omologato per la disputa di partite di calcio in notturna. Il costo complessivo dei lavori è di 120 mila euro, con un contributo di 48,5 mila euro della Regione del Veneto. Nella somma è compresa anche la messa a norma dell’impianto elettrico degli spogliatoi del campo di calcio del capoluogo. La chiusura degli interventi è in calendario per il mese di luglio, prima dell’inizio dei prossimi campionati.
È poi terminata in questi giorni la posa di un nuovo impianto fotovoltaico da 20 kw sulla copertura degli spogliatoi del campo sportivo di Bonavicina. La produzione di energia elettrica permetterà, attraverso la formula dello “scambio sul posto”, di abbattere i consumi energetici del municipio. La spesa complessiva, pari a 50 mila euro, è coperta interamente da un contributo statale. Per l’avvio dell’impianto si attende soltanto la chiusura della procedura da parte del fornitore di energia elettrica.
L’Assessore allo Sport Angelica Bissoli: “Lo sport è benessere e il benessere dipende anche dall’ambiente in cui viviamo, lavoriamo e giochiamo. Abbiamo intercettato contributi statali e regionali per offrire ai nostri campi sportivi condizioni migliori per gli atleti e le società e un risparmio energetico significativo, con minori costi in bolletta e consumi ridotti. Non vedo l’ora di veder giocare la prima partita in notturna ufficiale nel nostro paese. Per chi ama lo sport è una piccola, importante, rivoluzione e i lavori sulle strutture sportive non terminano qui “.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close