CronacaLegnagoProvinciaSport

Strabello strabilia al Benacus ed è in testa alla Coppa Rally ACI Sport di zona tre

Primo di classe R2C ma ancor di più il migliore tra le due ruote motrici

Voleva un Benacus Rally consistente, dalla vigilia, e così è stato con Stefano Stabello capace di mostrare i muscoli, andando a firmare il primato tra le vetture a due ruote motrici, la vittoria in classe R2C ed il diciottesimo posto nell’assoluta.

Un risultato convincente, a conferma di un affiatamento in costante crescita con la Peugeot 208 Rally 4 targata Baldon Rally, che gli è valso la testa della classifica di Coppa Rally ACI Sport.

Grazie al coefficiente maggiorato dell’appuntamento di Cavaion Veronese, andato in scena Sabato scorso, pari a 1,5 il portacolori di Destra 4 Squadra Corse, affiancato da Ivan Gasparotto, è balzato al comando della classe R2C, a quota ventitre punti, e vanta un margine di undici lunghezze su Stizzoli e di tredici su Dal Castello, puntando dritto alla finale di Modena.

Risultato che triplica il proprio valore, rilanciando la corsa del pilota di Legnago anche nella Michelin Zone Rally Cup e nel R Italian Trophy, sempre rimanendo in ambito di zona tre.

 

È stato un fine settimana spettacolare per noi” – racconta Strabello – “perchè siamo stati i migliori tra le due ruote motrici, abbiamo vinto la nostra classe ed abbiamo concluso al diciottesimo assoluto. Meglio di così non poteva andare. Siamo anche passati in testa, con un buon margine, alla Coppa Rally ACI Sport di zona ed abbiamo raccolto punti importanti per la serie Michelin ed anche in R Italian Trophy. Il pacchetto 208 Rally 4, Michelin, Baldon Rally, Ivan e Destra 4 Squadra Corse è stato, a dir poco, fantastico. Siamo molto soddisfatti.”

 

Confermando il proprio affiatamento con le corte ma tecniche speciali del Benacus Strabello piazzava un trittico di successi parziali in apertura, portandosi al comando delle operazioni.

Uscito di scena uno dei quotati avversari alla vigilia, Marchioro sulla nuova Renault Clio Rally 4, il pilota della scuderia trentina si confermava il migliore anche ad inizio della seconda tornata, vincendo la corta “Ferrara di Monte Baldo” e rimaneva al comando con 5″7 su Stizzoli.

Quest’ultimo, sui crono cinque e sei, ricuciva il gap e Strabello archiviava il secondo passaggio con 1″5 di vantaggio sul diretto rivale mentre Rizzieri, terzo, era già lontano oltre cinque minuti.

Tre prove speciali per decidere il migliore della R2C ed il primo round andava al casalingo, autore dello scratch per soli sette decimi mentre sulla otto arrivava pronta la risposta del rivale.

Al via dell’ultima “Lumini” Strabello si presentava al comando con un solo secondo su Stizzoli.

In un’incredibile lotta, con il coltello tra i denti, il pilota di casa a firmare la migliore prestazione per due decimi, andando a cogliere un successo in R2C che galvanizza il morale per il futuro.

 

Abbiamo vinto la maggior parte delle prove speciali in programma” – aggiunge Strabello – “ed abbiamo dato vita, con Stizzoli, ad una lotta bellissima. Credo che il maggior vantaggio di giornata avuto fosse sui cinque secondi. Abbiamo battagliato sul filo dei decimi ed abbiamo affrontato l’ultima speciale divisi da un solo secondo. Arrivare a giocarsela su sei chilometri, uscire con il miglior tempo, per due decimi, e vincere è stato impagabile. Grazie a tutti.”

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close