EconomiaPoliticaProvincia

Agricoltura: Lega presenta proposte. Il senatore Zuliani: “E’ settore trainante”

"Le nostre proposte - ha ricordato Salvini – vogliono valorizzare i giovani e le donne".

L’Italia può ripartire dall’agricoltura, che rappresenta il 25% del Pil nazionale e, nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, con 46,1 miliardi  di esportazioni nel 2020, è stato uno dei settori trainanti del Paese, un patrimonio che ci rende orgogliosi di essere italiani. E’ quanto è stato ribadito nel corso di una conferenza stampa di diversi esponenti leghisti, tra cui il segretario Matteo Salvini.

“Le nostre proposte – ha ricordato Salvini – vogliono valorizzare i giovani e le donne. Attraverso un emendamento al decreto Semplificazione, vogliamo incentivare l’ingresso dei giovani imprenditori attraverso un mutuo agevolato a tasso zero  della durata massima di 15 anni e un contributo a fondo perduto  che può coprire fino al 35% del costo di finanziamento, che arriva fino a 1,5 milioni di euro; vogliamo inoltre che le donne  diano il loro contributo al settore e perciò nel dl Sostegni chiediamo che ci siano interventi a favore dell’imprenditoria femminile, estendendo le stesse misure previste per il comparto  giovani. Tra le nostre proposte quella di istituire la ‘Giornata nazionale dell’agricoltura’ per riconoscere l’importanza fondamentale del settore nel nostro Paese nel raggiungimento del benessere, con istituzione presso la Presidenza del Consiglio del premio al merito agli agricoltori. Infine proponiamo il riconoscimento della figura dell’agricoltore come custode dell’ambiente e del territorio”.

“All’interno del Pnrr – ricorda la Lega con Cristiano Zuliani, senatore membro della 9^ commissione Agricoltura e produzione agroalimentare – sono stati stanziati per l’agricoltura 8 miliardi di euro che, uniti ad altri fondi,  possono arrivare a quasi 25 miliardi di euro. Per l’Italia è una grande occasione, che – prosegue il partito di Salvini –  “intendiamo sfruttare attraverso incentivi fiscali per la  transizione 4.0, con l’innovazione e la meccanizzazione nel  settore agricolo e agroalimentare, potenziando la gestione delle risorse idriche e lo sviluppo della logistica per tutti i settori; parte dei finanziamenti sarà destinato anche allo  sviluppo dell’agro-fotovoltaico e allo sviluppo del bio-metano,  al parco agri-solare, c’è  l’intervento per i contratti di  filiera e distretto e ci sono fondi per la valorizzazione dei  Borghi e dell’architettura rurale. Sarà fondamentale indirizzare le risorse di cui disporremo alla valorizzazione di tutti i settori che fanno parte del sistema agricoltura, un patrimonio che tutto il mondo ci invidia”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close