CronacaEconomiaProvinciaVerona

Covid: ASSOEVENTI-FEDERMEP, “Dal CTS ci aspettiamo una data certa”

"E’ impossibile nel nostro settore adeguarsi a decisioni governative e tecniche last minute"

‘E’ impossibile nel nostro settore adeguarsi a decisioni governative e tecniche last minute’ Roma 19 apr.(Adnkronos) – “Dalla riunione di domani del Cts ci aspettiamo una data precisa per la riapertura del comparto del wedding e degli eventi privati”. Ad affermarlo in una nota Michele BOCCARDI, presidente di Assoeventi (l’associazione di Confindustria dei settori Events, Luxury e Wedding) e Serena Ranieri, presidente di Federmep (la Federazione matrimoni ed eventi privati). “Non smetteremo mai di ricordare -proseguono- che il nostro settore opera con una programmazione semestrale ed annuale, per cui è e sarebbe impossibile per noi adeguarci a decisioni governative e tecniche last minute”. “Abbiamo già predisposto un protocollo di prevenzione per le riaperture in sicurezza con la Regione Puglia, che può servire da modello anche a livello nazionale, per far ritornare a lavorare migliaia e migliaia di imprese e professionisti della vastissima filiera che è dietro all’organizzazione di un matrimonio e degli altri eventi privati”, concludono.

Anche la Delegazione Veneto di Federmep si sta attivando per rendere prioritaria la ripartenza, nella giornata di mercoledì 14 aprile abbiamo incontrato il Dott De Donatis Direttore promozione economica e internalizzazione per il Veneto per esporre tutti i progetti pensati per ampliare le possibilità di fare della nostra Regione un territorio ancora più richiesto per il destination wedding.

Lunedì 19 aprile i delegati hanno avuto un colloquio con le Cons. Regionali Cestari e Sponda per portare alla luce quanto sia fondamentale per i rappresentanti di delegazione partecipare ai tavoli di lavoro previsti per pianificare le ripartenze del settore matrimoni ed eventi privati, in regione Veneto e nel resto d’Italia.

“E’ fondamentale comprendere che il nostro lavoro è fatto di organizzazione e non prevede che si alzi una saracinesca e si accolgano clienti…noi abbiamo bisogno di programmazione e ad oggi non sapere ancora quando e come ripartiremo è un danno che dovrebbe essere evidente anche ai meno esperti. E’ impensabile che non venga compreso che c’è un intero comparto al collasso per non parlare delle coppie italiane ed estere che sono in balia degli eventi e non sanno ancora se si sposeranno” affermano i delegati per il Veneto e concludono “Tutti noi siamo consapevoli del momento difficile e della pandemia ancora in corso ma è fondamentale che anche per il nostro settore si preveda una ripartenza con linee guida e date certe il prima possibile”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close