CronacaEconomia

Sicurezza antincendio e gestione delle emergenza nei luoghi di lavoro in primo piano

Il 29/06 convegno di Apindustria Confimi Verona per spiegare come cambiano le regole per le aziende

Cambiano le regole sulla sicurezza antincendio e sulla gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro. Entrano in vigore entro la fine dell’anno i tre decreti ministeriali che riscrivono le norme applicate finora nelle aziende: il Mini-Codice, il Decreto GSA e il Decreto Controlli. Si tratta di un passo in avanti nella direzione della prevenzione, in particolare per quanto riguarda gli incendi, per garantire un controllo efficace e continuo, oltre a migliorare il sistema di comunicazione tra le varie figure preposte. 

Per illustrare le principali novità operative, mercoledì 29 giugno dalle 9 alle 12.30, Apindustria Confimi Verona promuove un convegno, in presenza nella sede di via Albere 21 e on line, con la partecipazione di responsabili e di funzionari tecnici del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e dello Spisal, il Servizio Prevenzione Igiene Sicurezza Ambienti di Lavoro dell’Ulss 9 Scaligera.

Nel 2021, sono state oltre 727mila le operazioni di soccorso che i Vigili del Fuoco hanno effettuato in tutta Italia. In media, 2mila interventi al giorno, in significativo aumento (circa 20mila operazioni) rispetto all’anno precedente. La maggior parte dei casi, quasi 200mila, ha riguardato incendi ed esplosioni. Numeri che invitano alla riflessione sull’importanza e sull’efficacia della prevenzione, anche attraverso manutenzioni più attente degli impianti e preparazione specifica degli operatori.

Nello specifico, il Decreto Mini-Codice introduce regole semplificate per evitare l’insorgere di un incendio e limitarne le conseguenze. Il Decreto GSA contiene le novità relative alla formazione degli addetti antincendio e dei docenti, e ai contenuti dei corsi di formazione. Il Decreto Controlli si occupa dei criteri generali per il controllo e la manutenzione di impianti, attrezzature e altri sistemi di sicurezza antincendio; introduce l’obbligatorietà della qualificazione dei tecnici manutentori, secondo specifiche modalità. Inoltre, i livelli di rischio cambiano denominazione. Tra le principali novità, c’è infine il Piano di Emergenza: tutte le aziende dovranno aggiornarlo, in modo da renderlo conforme ai contenuti minimi previsti dai nuovi decreti, effettuando necessariamente, con cadenza almeno annuale, l’esercitazione antincendio. Si tratta di un momento importante per testare la reattività dei lavoratori e degli addetti all’emergenza per esempio nel gestire un incendio, un terremoto, un infortunio, uno sversamento ambientale.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione. Per informazioni, contattare l’Ufficio Ambiente e Sicurezza di Apindustria Confimi Verona al numero 045.8102001 o scrivere all’indirizzo email info@apiverona.net.  

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button