EventiManifestazioniPrimopianoSanità

Avis Provinciale scende in Adige a sostegno delle donne maltrattate e invita a donare il plasma

Una domenica dedicata alle donne per dire no alla violenza di genere e per invitare tutti a donare il plasma. Si chiama “Giornata in rosa e giallo con Avis” l’iniziativa che si terrà domenica 30 giugno: una discesa in rafting sull’Adige organizzata da Avis provinciale Verona con il supporto dell’Avis di Pescantina e il Centro Canoe. Ad aprire la discesa, infatti, saranno le 20 dirigenti donne dell’associazione dei donatori di sangue. A sostegno della giornata ci sarà anche Telefono Rosa con uno stand informativo e volontarie per dare informazioni sull’associazione e la sua attività. L’appuntamento è alle 9 a Bussolengo in Via Albere 9/A.

«A questa iniziativa – evidenzia Michela Maggiolo, presidente dell’Avis provinciale di Verona – sono invitati tutti: dalle famiglie ai giovani per testimoniare la vicinanza e il supporto alle donne che subiscono maltrattamenti e violenze. Altro obiettivo della giornata è sensibilizzare le persone e i donatori al dono del plasma per cui c’è emergenza a livello nazionale e regionale, registrando anche a Verona un calo rispetto allo scorso anno. Le donne sono le candidate ideali per la plasmaferesi perché, al contrario della classica donazione, non incide sui globuli rossi e nemmeno sui livelli di ferro dell’organismo, proprio perché vengono rimessi in circolo nell’organismo subito dopo l’estrazione del plasma».

Le donne per la loro costituzione e per essere soggette a bassi livelli di emoglobina, possono donare il sangue due volte all’anno, a differenza degli uomini che possono farlo ogni tre mesi. 

«La nostra associazione si occupa anche di sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sul fenomeno della violenza di genere, ed è per questo che ha accettato la proposta di Avis a partecipare a questa iniziativa. – precisa Lorella Don, presidente di Telefono Rosa di Verona – Sempre più donne riescono ad uscire dal silenzio e a chiedere aiuto perché attorno a loro negli anni si è riuscite a creare una rete di sostegno, coinvolgendo diversi soggetti (Centri antiviolenza, Forze Ordine, Pronto soccorso ma anche Farmacie, Servizi Sociali, Scuole). La sfida è quella di continuare su questa strada, non abbassare la guardia e promuovere politiche che possano davvero aiutare le donne che hanno trovato il coraggio di chiedere aiuto».

Nel 2018 Telefono Rosa di Verona ha preso in carico 113 donne per cui è stato fornito ascolto, consulenze legali e psicologiche gratuite, orientamento ai servizi presenti sul territorio. Di queste, 83 sono italiane e 30 straniere (varie nazionalità). Più della metà delle donne sono coniugate o conviventi, nella maggioranza dei casi l’uomo maltrattante è il partner o ex partner e in molti casi sono presenti figli/e minori. Da inizio 2019 le donne in carico sono già una sessantina. 

#GialloPlasma è il tema della prima campagna nazionale di Avis per la promozione della donazione di plasma. Il plasma è la parte liquida del sangue, riconoscibile per il suo colore giallo paglierino con un ruolo importantissimo per svolgere diverse azioni utili a mantenere l’equilibrio dell’organismo e può essere utilizzato per la produzione di farmaci salvavita e trasfuso a scopo terapeutico in individui affetti da diverse patologie.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close