CronacaCulturaEventiIncontriVerona

Gli atleti veronesi in partenza per le Paralimpiadi di Tokyo

Stamattina il saluto ufficiale della città dal vicensindaco Zanotto

Le Paralimpiadi 2021 di Tokyo sono alle porte: si terranno infatti dal prossimo 24 agosto fino al 5 settembre.

Anche la città di Verona potrà vantare atleti che parteciperanno alle gare più prestigiose del mondo: si tratta di 6 atleti veronesi e 3 tecnici, sul totale del veneto rispettivamente di 17 e 7.

Oggi il Comune ha voluto quindi porgere un ufficiale “in bocca al lupo” a: Michela Brunelli e Federico Falco per il tennistavolo, Stefano Raimondi,  Xenia Francesca Palazzo e Misha Palazzo per il nuoto, Francesca Porcellato per l’handbike e i tecnici Marcello Rigamonti (nuoto), Luca Zenti e Mattia Cambi (triathlon).

I giovani atleti sono stati accolti in sala degli Arazzi dal vicesindaco Luca Zanotto e dal vice presidente della Regione Veneto Elisa De Berti alla presenza del delegato provinciale CIP Rolando Fortini, del delegato provinciale Coni Verona Stefano Gnesato, del nuotatore Stefano Raimondi, degli allenatori Marcello Rigamonti, Luca Zenti e della pluricampionessa paralimpica nel tiro con l’arco Paola Fantato.

Zanotto ha detto: “Tutta Verona fa il tifo per voi. Per molti atleti partecipare ai Giochi significa coronare un sogno e vedere gratificati i sacrifici e il lavoro di mesi e mesi di preparazione. Siete un esempio straordinario per tutti i nostri giovani. Dal 24 agosto vivremo con tanta partecipazione questa loro avventura”.

De Berti ha aggiunto: “Abbiamo tanta stima per i nostri atleti in partenza per Tokyo. Il mio augurio è quello di portare in Giappone un sano orgoglio Veneto, e per noi è un onore avere così tanti atleti a rappresentare l’Italia e la nostra regione”.

“Essere la città più rappresentativa del Veneto è una grande soddisfazione – ha sottolineato Fortini -. Abbiamo atleti eccezionali e fortissimi, sostenuti da due colonne portanti come le atlete Porcellato e Brunelli. Il mio augurio è arrivare a conquistare 80 medaglie”.

“Ringrazio l’Amministrazione comunale per averci ospitato, e tutti i fiduciari del Coni Verona che si sono dimostrati vicini a tecnici ed atleti – ha esordito Gnesato -. Io mi aspetto un sacco di medaglie, perché le possibilità per conquistarle ci sono, indipendentemente dal tipo di medaglia”.

“Sono ansioso in vista di partire, ma sono certo che questa ansia si trasformerà in adrenalina – afferma Raimondi -. Cercherò di dare il centodieci per cento, con l’obiettivo di coronare il mio sogno e salire sul tetto del mondo vincendo una medaglia d’oro”.

Fino al momento della partenza, gli atleti scaligeri continueranno la loro preparazione a Livigno.

(Fonte: comunicato stampa del Comune di Verona)

S.G.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close