EventiIncontriNogaraProvincia

Mostra storica “…me ricordo che in tempo de guera…” – Nogara, 25/26 maggio

Come lo scorso anno, anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di Nogara, Assessorato alla Cultura, si avvarrà del supporto dell’Associazione Culturale “Vivere la Storia”, un sodalizio tra appassionati di storia degli anni ’40 che ha come intento far rivivere il passato, lo stile ed il ricordo di quel periodo, senza alcuna connotazione politica, indossando uniformi ed abiti civili, curati nei minimi dettagli, frutto di studio e ricerca.

Dopo il grade successo della mostra sulla campagna di Russia vissuta dai soldati veronesi facenti parti della Divisione “Pasubio”, organizzata nel 2018, quest’anno propongono il progetto denominato “… me ricordo che in tempo de guera…”, una raccolta di testimonianze e immagini del passaggio della guerra da Nogara.

L’iniziativa culturale si terrà sabato 25 e domenica 26 maggio presso l’Area Museale di Palazzo Maggi in via Giuliano Ferrarini.

Al progetto parteciperanno anche le scuole medie di Nogara, l’AUSER e la Casa di Riposo, con un percorso culturale e di memoria storica denominato“Sulle tracce della guerra – Io inviato speciale alla ricerca di testimonianze sulla Seconda Guerra Mondiale”. Il progetto prende vita attraverso interviste degli Alunni delle Scuole di Nogara, dei soci di AUSER e gli ospiti della casa di Riposo, finalizzate alla raccolta di aneddoti, testimonianze e immagini degli anziani che hanno realmente vissuto quei tragici momenti, elaborati, una volta raccolti, dagli storici dell’associazione.

Il risultato impedirà la perdita di una parte della storia del Comune di Nogara e consentirà alla popolazione, soprattutto ai giovani, di conoscere cosa è realmente accaduto sulla loro terra.

La mostra verrà organizzata come un percorso culturale a tema, con rievocatori presenti in divisa d’epoca come guida, nel contempo verranno esposti nell’area pedonale antistante la mostra alcuni mezzi militari, originali dell’epoca.

Sabato 25 gli alunni delle Scuole Medie di Nogara visteranno il museo, mentre nel pomeriggio alle 16 rievocatori in uniforme e mezzi d’epoca si recheranno presso la Casa di Riposo di Nogara per far visita ai gentili ospiti che hanno collaborato al progetto con i loro toccanti racconti di vita vissuta durante la seconda guerra mondiale.

«Con l’Amministrazione di cui faccio parte – dichiara l’assessore alla cultura Isabella Soragna – crediamo sia giusto e doveroso sostenere con grande forza questa iniziativa che si svolge in collaborazione con diverse realtà socio culturali del nostro territorio, nella convinzione che sia fondamentale per i cittadini, e per i giovani in particolare, ri-appropriarsi della nostra storia. Sui libri si studia “la grande storia”, ma frequentemente si sa poco o nulla di tutti i piccoli-grandi protagonisti che, in sordina, hanno fatto sì che la grande storia si compisse. Rendere protagonisti gli studenti, che rivestono i panni di speciali reporter alla ricerca dei protagonisti di quegli anni, credo sia in assoluto un valore aggiunto: hanno l’opportunità di interagire con chi in quegli anni c’era, con chi può guidare le loro mani ed entrare nelle loro penne, per scrivere pagine importanti di storia “viva”. Questa mostra rappresenta quindi una pagina da sfogliare, per i Nogaresi e per chi vuole salire su un’ideale “macchina del tempo” che ci farà fare un interessante viaggio in un mondo “che è stato” e che non è mai morto, un mondo che si deve conoscere e comprendere, anche per leggere meglio e più compiutamente il nostro tempo».

L’ingresso alla mostra è libero.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close