EventiIncontriProvinciaVerona

Terza edizione per il Diario Diversamente Veneto di Jesusleny Gomes

Novità assoluta è la presenza di una mascherina realizzata con materiale apposito e anallergico

Il Diario Diversamente Veneto è giunto alla terza edizione, fortemente voluta sia per soddisfare le numerose richieste dei bambini sia per contribuire, ancora una volta, ad avvicinare i più piccoli alla scoperta delle peculiarità della Regione Veneto.
La sua presentazione ufficiale si è tenuta, come ormai da tradizione, il 4 agosto nella sede del Consiglio Regionale della Regione Veneto, “perché Palazzo Ferro Fini è la casa dei Veneti ed è quindi il luogo ideale per presentare iniziative come queste” come ha sottolineato il presidente del Consiglio Regionale Roberto Ciambetti. “Ho conosciuto Jesusleny Gomes, ideatrice del progetto, in seguito alla sua esperienza come camminatrice attraverso tutto il Veneto. Ha poi dato origine a questa idea che negli anni si è arricchita in termini di contenuti. Il Consiglio Regionale del Veneto è ben lieto di attribuire, per il terzo anno consecutivo, il proprio patrocinio a questa iniziativa che, ricordo, a livello economico è totalmente a carico di Jesusleny e dei partner che di anno in anno riesce a coinvolgere. Il progetto, come sempre, ha ricevuto il sostegno anche da parte del Governatore Luca Zaia, oggi assente per impegni istituzionali a Roma”.

Il progetto nasce con la prima edizione del 2017, dalla volontà di Jesusleny Gomes di raccontare al proprio figlio, in modo magico, la sua incredibile avventura a piedi attraverso tutto il Veneto. Nel diario, distribuito gratuitamente a tutti i bambini che ne facevano richiesta in vista dell’anno scolastico 2017/18, oltre alla presentazione della Regione, come di un mondo straordinario, popolato da sette guardiani, ossia le sette province, ampio spazio era dedicato all’emigrazione Veneta di fine Ottocento, primi Novecento, in particolare di quella verso il Brasile.
Dopo aver accompagnato, durante il primo anno, i bambini alla scoperta del magico mondo del Veneto, la seconda edizione dello scorso anno si è concentrata sull’incredibile viaggio dei protagonisti tra i sapori più prelibati della nostra Regione, grazie anche alla partecipazione di alcuni Comuni veneti, ai quali sono state dedicate le fiabe del Diario con i suoi custodi. Va sottolineato che l’edizione 2018/19 è stata considerata una special edition, per omaggiare la candidatura di Milano Cortina  alle Olimpiadi invernali del 2026.
Quest’anno, grazie alla terza edizione, gli alunni della scuola primaria, a cui il diario è puntualmente dedicato, attraverso le pagine di questo originale diario, potranno avvicinarsi al delicato tema del Corona Virus.

“Il mio progetto” ha spiegato Jesusleny Gomes “ha sempre voluto tradurre semplicemente la voglia di una mamma di spiegare ai propri figli quello che succede con un linguaggio adatto a loro. Quest’anno ho pensato di fare lo stesso in merito a un tema tanto delicato che ha toccato i bambini direttamente, portandoli a cambiare il loro concetto di scuola, di gioco con gli amici,  senza capire bene il motivo. Questo diario, che nasce per loro, voleva essere ancora una volta un tramite perché, attraverso le pagine delle fiabe e il linguaggio della fantasia, capissero come il Veneto ha affrontato il Covid-19 e trovassero magari il modo per far uscire le numerose e altalenanti emozioni provate in questi mesi”.

La storia è incentrata sul viaggio di Jesus attraverso le sette province del Veneto per cercare di capire cosa sta succedendo, perché tutti sono chiusi in casa e chi esce gira con le mascherine. Alla fine del viaggio il gruppo costituitosi durante le ricerche incontrerà il re Veneto, il quale spiegherà loro la situazione e cosa si sta facendo ancora oggi per sconfiggere questo temuto nemico. “Incontreranno anche la dottoressa Francesca Russo della Direzione Prevenzione della Regione Veneto” ha spiegato Jesusleny Gomes “perché è giusto che i bambini conoscano anche chi lavora ogni giorno sul campo per trovare delle soluzioni. Non sarà un happy end ma la storia resta aperta, perché tutti noi, anche i bambini, dobbiamo continuare a fare la nostra parte per contenere questa emergenza”.
Oltre agli ormai noti guardiani delle sette province, il diario quest’anno accoglie i Comuni di Gallio, Sanguinetto, Posina, Bardolino e Mezzane di Sotto, grazie alla collaborazione con i loro sindaci che lo hanno voluto per gli alunni delle loro scuole.
Uno spazio, infine, è stato lasciato a quelle che l’ideatrice del progetto definisce come “storie che scaldano il cuore”, ossia storie di persone comuni che, nel loro piccolo, hanno fatto qualcosa di straordinario. È il caso di due ragazzi, Pietro e Francesco poco più che 15enni, i quali hanno fatto il giro del lago a piedi dal 22 al 26 giugno, dedicandolo agli eroi del Covid-19, ossia coloro che hanno lavorato in prima linea per salvare la vita a numerose persone, e a coloro che hanno perso la vita a causa del virus. Altra fonte di ispirazione è Hannah, l’autrice dei brani di quest’anno, una ragazza di appena 19 anni che, in piena sinergia con l’ideatrice Jesusleny Gomes, ha messo a disposizione la sua esperienza al servizio degli altri per dare vita a nuove entusiasmanti fiabe. Torna, per il terzo anno consecutivo, anche la favola dedicata all’associazione “Nel Segno di Anna”, nata a Legnago e presente attivamente anche nei comuni limitrofi come Cerea, la quale si impegna a tutelare il diritto dei bambini all’espressione, di cui la lettura animata è un veicolo privilegiato, come dimostrato dalla bibliotecaria Anna Costantini, ispiratrice dell’associazione, prematuramente scomparsa.
Novità assoluta sarà la presenza, insieme con il diario, di una mascherina realizzata con materiale apposito e anallergico, riportante i protagonisti del diario, grazie alla collaborazione con l’azienda Veneta Colzip di Verona, molto sensibile al tema del “Green”. “Abbiamo realizzato questo prodotto a misura di bambino, utilizzando cotone biologico certificato e stampa all’acqua con inchiostri certificati. La mascherina sarà regolarmente imbustata con materiale riciclabile, nel pieno rispetto delle normative sanitarie e del rispetto per l’ambiente” ha spiegato il titolare Massimo Bertocchi.

Il diario sarà, come sempre, Made in Italy, anzi in Veneto. Continua infatti la collaborazione con la ditta Baldo per la produzione: “Noi siamo orgogliosamente partner del diario dalla prima edizione, un progetto di cui apprezziamo i contenuti editoriali che migliorano di anno in anno” ha commentato l’amministratore Marco Baldo.

“Con grande soddisfazione” ha aggiunto Jesusleny Gomes “anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, possiamo contare, oltre che sull’ormai tradizionale patrocinio del Consiglio regionale del Veneto, sul  prezioso supporto di ACI, Automobile Club d’Italia. A loro va il mio personale grazie non solo per l’appoggio ricevuto in questi anni, ma per aver creduto per primi in questo straordinario progetto”.
Il diario, oltre ad essere distribuito ai bambini della primaria, dai Comuni e dalle associazioni aderenti al progetto, può essere richiesto gratuitamente tramite messaggio whatsapp al numero 331 8477452.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close