CereaEventiManifestazioniTerritorio

Un successo Diversamente Veneto, la festa di fine progetto di Jesusleny Gomes

Presenti 23 Comuni veneti, tra cui anche Cerea rappresentata da Nuova Alba

La prima edizione di “Diversamente Veneto” che si è svolta sabato a Bardolino è stata un vero e proprio successo. Ventitre comuni veneti delle sette province si sono riuniti per proporre le proprie specialità culinarie e raccontare bellezze, peculiarità e attrazioni del territorio. È stata un’occasione unica per promuovere e per far scoprire ai turisti le eccellenze venete, in una sorta di gemellaggio enogastronomico utile a far percepire una continuità di sapori, tradizioni, culture nell’intero territorio regionale.

L’iniziativa è stata organizzata da Jesusleny Gomes, l’imprenditrice “brasiliana di nascita ma veneta d’adozione” che nei mesi scorsi ha percorso a piedi tutta la regione, attraversando 574 comuni. Una serata allestita non solo per festeggiare la fine del suo cammino “Su 2 Piedi”, ma soprattutto per permettere a tutti di approfondire la conoscenza della diverse realtà territoriali che caratterizzano il Veneto, anche quelle meno conosciute.

La serata è iniziata con una conferenza all’interno del salone principale di Palazzo Gelmetti, dove il sindaco di Bardolino Ivan De Beni ha dato il benvenuto ai colleghi primi cittadini e agli esponenti delle amministrazioni comunali presenti alla manifestazione. «Sono particolarmente emozionato quando i comuni veneti si aprono, si incontrano e collaborano per far emergere le meraviglie di cui dispongono» ha affermato il sindaco De Beni, «l’avventura di Jesusleny ci ha coinvolto tutti, ci ha permesso di scoprire le ricchezze degli altri e ci ha fatto sentire orgogliosi di essere veneti. Abbiamo un patrimonio unico e dobbiamo farlo emergere tutti assieme».

Un concetto ribadito anche dalla stessa Jesusleny, che durante il suo viaggio a piedi ha verificato sul campo che l’unione fa la forza. «Il Veneto è una terra meravigliosa e ogni suo comune merita di essere raccontato: solo creando sinergie possiamo crescere tutti assieme e favorire la promozione a tutto tondo. Coniugare assieme turismo, cultura e tradizioni è fondamentale, perché solo così si crea un prodotto vincente e rispettoso delle persone che vivono il territorio 365 giorni l’anno».

La festa vera e propria è stata poi inaugurata dall’esibizione dei Pistonieri dell’Abbazia di Badia Calavena con i loro tradizionali trombini, antiche armi a salve che venivano usati nei monti Lessini. Moltissimi turisti e curiosi hanno assaporato negli stand dei comuni i prodotti delle gastronomie locali abbinati ai vini Bardolino, Valpolicella e Prosecco di Conegliano – Valdobbiadene. Ad animare la serata ci hanno pensato il DJ Eugen Marian e il gruppo musicale “La rana di Legno” di Crespano del Grappa, che si è esibito in un concerto dal vivo. Anche il gruppo Aci, da sempre sostenitore di un turismo ecosostenibile, ha partecipato all’iniziativa, mettendo a disposizione dei partecipanti un simulatore di guida per promuovere la sicurezza al volante, un tema importante anche per chi viaggia a piedi o in bicicletta.

Il Presidente Maurizio Masin di Nuova Alba, associazione che ha rappresentato Cerea all’evento, ha affermato: «È stata una partecipazione impegnativa per una associazione giovane come la nostra, ma la promozione del territorio è per noi fondamentale, se si vuole rilanciare le nostre eccellenze». Renata Felis coordinatrice di Nuova Alba per questo progetto afferma: «Abbiamo vinto una scommessa stimolante. Il nostro socio Claudio Rama ci ha supportato per la ristorazione ed è stato entusiasmante conoscere molti nuovi amici di 22 comuni veneti ai quali la nostra socia Anna Rossato ha donato il cartello segnaletico in legno, prodotto nel proprio laboratorio. Per l’ottima riuscita dell’evento ringrazio tutte le persone che ci hanno aiutato».

COMUNICATO STAMPA

Nella foto la locandina della rivista che raccoglie la presentazione di tutti e 23 i Comuni presenti all’evento

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close