EventiManifestazioniVerona

Via al Raid internazionale “Fuoco dell’amicizia”

Un'auto storica, la Fiat 1100 103 Zagato, una donna, Jesusleny Gomes, veneta di adozione e protagonista di grandi imprese, due istituzioni organizzatrici

Il raid automobilistico, “Fuoco dell’Amicizia”, ha preso il via domenica 9 gennaio dal palazzo del Comune di Venezia in centro a Mestre.
Un’impresa, a bordo di un simbolo dell’industria automobilistica italiana, che vedrà Jesusleny Gomes farsi ambasciatrice di amicizia per 5 giorni e lungo oltre 2600 chilometri tra le comunità di Austria e Germania. In ogni tappa l’intraprendente donna, imprenditrice e madre di 3 figli, incontrerà i rappresentanti delle istituzioni locali e dei club automobilistici e consegnerà loro il simbolo del Fuoco dell’amicizia.

A salutare la partenza dell’evento, il presidente dell’Aci Venezia, Giorgio Capuis, il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti e l’assessore del Comune di Venezia, Paola Mar. 
Presenti anche i membri dello Zagato car club Italia.
La rarissima vettura  Fiat 1100 103, di cui oggi esistono soltanto 15 esemplari è di proprietà della famiglia Tenconi che collezionanvetture dal 1929.

“Siamo onorati di aver organizzato insieme al Consiglio regionale del Veneto questo raid per promuovere l’amicizia e la solidarietà, valori che fanno parte della storia dell’Automobile Club. E di aver affidato il compito di ambasciatrice ad una donna, Jesus Gomes, consegnandole l’eredità della nostra fondatrice, la contessa Elsa Albrizzi, che nel 1899 scrisse la prima pagina di storia dell’Ac Venezia” ha detto il presidente Capuis.

“Con i popoli delle regioni d’Oltralpe attraversate dal raid esistono già dei forti legami economici e turistici. In questo momento difficile, a causa del riacutizzarsi della pandemia, ci è sembrato doveroso rinsaldare la nostra amicizia con queste popolazioni nella speranza che presto potremmo tutti tornare a viaggiare e a goderci le bellezze di questi territori” ha rimarcato il presidente Ciambetti.

Sul significato del viaggio, massima espressione di libertà, è intervenuta l’assessore Paola Mar: “Con il suo viaggiare a bordo di un’auto storica, Jesus Gomes si fa interprete del nostro desiderio di libertà che mai come oggi è stato messo alla prova. Non possiamo che fare il tifo per lei”. 

L’impresa sarà raccontata quotidianamente sui canali social di Jesusleny Gomes e Aci Venezia

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button