CereaCronacaFocusLegnagoPianura VeronesePrimopianoProvincia

La Tela di Leo tra solidarietà e tanti nuovi progetti a distanza

L'associazione ha rinunciato ad un contributo comunale per devolverlo al Comune di Cerea

L’associazione “La Tela di Leo”, nonostante le difficoltà di questo periodo di isolamento, riparte e rilancia le sue attività.

“In questi giorni che trascorrono uno dopo l’altro mi rendo conto sempre di più di come il disagio si intensifica – ha sottolineato Cristina Servidio, deus ex machina dell’associazione culturale della bassa – Sento la mancanza della scuola, delle mie colleghe, ma più di tutto i bambini, vorrei essere lì con loro, sedermi a terra, proporre giochi, narrare storie guadandoli negli occhi e leggendo le espressioni dei loro visi…sento la mancanza dello stare insieme, del fare comunità. Dopo un’attenta riflessione, ho capito che “lo stare con gli atri” va vissuto in un’altra dimensione, quella della Distanza Virtuale: ossia Distanti, ma uniti”.

“Così, insieme al resto del gruppo – aggiunge – Loredana Renzo, Paola Padovani, Patrizia Rampin, Paola Bonafini, Novella leoni, Elena Ziviani ho deciso che l’Associazione continuerà ad essere operativa, anche più di prima. Innanzitutto è partita una rete di scambi con altre associazioni culturali presenti su rete nazionale e, soprattutto, abbiamo attivato con scrittori e illustratori una serie di audio e video racconti per poter tenere compagnia a bambini e ragazzini chiusi in casa. Dal mese di Aprile inizierà una bella collaborazione con #Europromos per le Biblioteche di Cerea, Legnago e altre Biblioteche di Zona”.

“La rete – prosegue Cristina – è stata intrecciata grazie a relazioni costruite e basate sulla stima, sulla fiducia e la passione per la lettura. E’ doveroso per me ringraziare tutti coloro che, soprattutto in questo momento,continuano ad esserci Daniela Valente, Coccole books, Sabina Antonelli, Cosetta Zanotti, Carlo Ludomastro Carzan e Sonia Scalco, Walter Fochesato, David Conati,Chiara Raineri, Elisabetta Garilli, Bruno Tognolini, Patrizia Zerbi e CARTHUSIA EDIZIONI, Anna Laura Cantone, Nicoletta Costa, Stefano Bordiglioni, Febe Sillani, Nicoletta Bertelle, Sandra Dema, Marinella Barigazzi, Paola Pappacena Torteincielo , Alice Scarmagnani, Gaia Tamassia, Fulvia Degl’Innocenti, Matteo Corradini e Lezioni sul sofà, Libreria Jolly del Libro, Libreria Mondadori di Ferrarin. La lettura non si ferma, non dobbiamo dimenticare quanto sia importante TENERE UN LIBRO TRA LE MANI. Adesso che case editrici, scrittori, siti ci hanno dato la possibilità di entrare nelle storie e le storie sono entrate nelle nostre case, abbiamo bisogno di sentire il profumo delle pagine, vedere che la storia ha preso forma con un libro che la contiene e che è riposto in un angolino della nostra casa, sul sofà, sulla scrivania, sul comodino. Tutti noi appassionati lettori, sfamiamoci acquistando anche libri…perché la lettura è cibo per la mente”.

La rinuncia al contributo comunale

“La lettura non si ferma – sottolinea con entusiasmo Servidio – La Tela di Leo porterà a termine gli impegni presi sul territorio di Cerea, in particolare le letture in Biblioteca in modalità  Web. La nostra associazione però rinuncia al contributo di 300 euro destinato per l’anno 2019-2020. In un periodo di emergenza come quello che stiamo attraversando la solidarietà e il volontariato devono caratterizzare l’agire di chi si occupa di Cultura”.

Questo il ringraziamento della vicesindaco Lara Fadini che ha lodato le iniziative de La Tela di Leo e il gesto di solidarietà legato alla rinuncia al contributo. “Un enorme grazie all’associazione da parte di tutta l’Amministrazione Comunale e la Cittadinanza di Cerea: la cultura sa aprire gli occhi e le menti di ognuno di noi ed educare i cuori a costruire opere di bene”.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close