CereaCronacaLegnagoPianura VeronesePrimopianoProvincia

Coronavirus: nuovi casi nella Bassa, Lorenzetti attiva il Centro Operativo Comunale della Protezione Civile

I volontari della Protezione civile presidieranno gli ingressi dell’ospedale Mater Salutis

Il sindaco Graziano Lorenzetti, preso atto dell’evolversi della situazione epidemiologica, ha attivato il Centro Operativo Comunale (COC), come previsto dalle Misure Operative del Dipartimento di Protezione Civile.

Il primo cittadino di Legnago ha inoltre emanato un’ordinanza che incarica i volontari della Protezione civile di presidiare gli ingressi dell’ospedale “Mater Salutis”, per garantire “l’affluenza dell’utenza nel rispetto delle norme stabilite. Si tratta della priorità assoluta in questo momento”.

“I cittadini – ha sottolineato Lorenzetti – devono capire che devono restare a casa per evitare di far prolificare il contagio, ed anche in caso di sospetto caso di Coronavirus assolutamente non si deve andare in ospedale o al Pronto Soccorso. Bisogna telefonare al proprio medico di famiglia ed attendere istruzioni.
Ho anche firmato un’ordinanza per sanzionare chi viene trovato fuori casa senza giustificati motivi. Dobbiamo stare a casa per superare quest’emergenza il prima possibile. Tutti».

Nuovi casi a Cerea e a Boschi Sant’Anna

Il numero dei contagiati da coronavirus nella Provincia di Verona continua inesorabilmente a salire. Sono di questa mattina gli annunci del sindaco di Cerea, Marco Franzoni, e del collega di Boschi Sant’Anna Enrico Occhiali che hanno evidenziato la positività di due loro concittadini. Per Cerea si tratta della terza e della quarta positività al Covid mentre per Boschi si tratta dei primi casi.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close