Altri ComuniCronacaPrimopianoProvinciaVerona

Fondi straordinari per le strade

Presentati 22 interventi in 21 Comuni della Provincia

Si è tenuta oggi, giovedì 20 settembre ai Palazzi Scaligeri, la presentazione delle due delibere di attribuzione dei fondi straordinari ai Comuni scaligeri, previsti dal Bilancio di Previsione della Provincia, per la sistemazione di incroci sulla viabilità provinciale dove sono presenti rotatorie o attraversamenti.

Sono intervenuti il Presidente Antonio Pastorello, il Vicepresidente con delega alle politiche di progettazione e manutenzione viabilistica, Pino Caldana e una ventina di amministratori dei Comuni beneficiari.

Ventidue in tutto gli interventi, in 21 Comuni, già approvati sulla relazione della commissione tecnica, mentre per altri 30 i Palazzi Scaligeri chiederanno a breve alcuni chiarimenti e integrazioni agli uffici comunali.

La prima tranche di contributi per 1,5 milioni di euro è destinata a piccoli interventi sulla viabilità provinciale nei centri abitati. Il finanziamento massimo per ciascuna opera corrisponde a 50mila euro a fondo perduto.

Ad Affi andrà a sostenere la sistemazione dell’incrocio “dei Gazzoli” tra la strada provinciale 29 e via Peagne.

Altro intervento su un attraversamento a Cerea, sullo stradone “Melotto”.

A Bevilacqua, invece, verrà sistemata la rotonda esistente in località Marega.

Sarà poi ammodernata la provinciale 11 a Rivalta di Brentino Belluno.

A Grezzana, Roncolevà di Trevenzuolo e Monteforte sono previsti interventi di realizzazione/sistemazione di marciapiedi mentre ad Erbè cantieri per migliorare un tratto urbano della Sp 50.

A Pastrengo, sulla provinciale 24/a, verrà messo in sicurezza un attraversamento pedonale mentre a Roveredo un incrocio tra via Alighieri e la circonvallazione. Tregnago vedrà nuovi cantieri sulla Sp 10 e Zimella sulla Sp 500.

Infine Nogarole Rocca ha ottenuto 50mila euro per il collegamento tra la ciclabile di via dell’Industria e via Roma.

La seconda delibera riguarda, invece, opere di maggiori dimensioni, come ad esempio la realizzazione di rotonde. La Provincia aveva messo in bilancio 3milioni di euro con un finanziamento massimo del 50% e comunque non superiore ai 250mila euro. Al momento ne sono stati attribuiti quasi 1,4 milioni.

La delibera ha concesso 250mila euro, su un importo totale di 600mila, al Comune di Affi per la realizzazione di una rotonda tra la provinciale 29 e via Crivellin.

Corrisponde a 167mila euro, invece, il contributo a Bonavigo per un incrocio a raso tipo rotatoria tra la Sp 18 e la 44/b a Pilastro.

A Gazzo verrà sistemata un’intersezione stradale sulla provinciale 23 in località Olmo di Maccacari con un finanziamento da 125mila euro circa (su 251mila d’intervento), mentre a Oppeano verrà migliorata la sicurezza dello svincolo tra la 434 e la nuova rotonda a Ca’ degli Oppi sulla Sp 21, con un contributo di 250mila euro su 548mila.

A Pressana 81mila euro verranno erogati, su 162 di spesa, per la riqualificazione della Sp 7 nella frazione di Crosare. Roverè ha, invece, chiesto ed ottenuto un contributo (23mila euro) per alcuni interventi sulle intersezioni a raso lungo la viabilità extraurbana.

Anche San Giovanni Ilarione interverrà sulla sicurezza delle intersezioni stradali, in questo caso sulla Sp 17 della “Valdalpone” (180mila euro su 360mila di lavori).

A Villafranca, per un intervento da oltre 900mila euro per una rotatoria sulla Sp 28 in località Volpini, la Provincia ha concesso il contributo massimo pari a 250mila euro.

Infine Vigasio ha ottenuto un finanziamento di 68mila euro su un importo di 516mila per il completamento della rotonda all’incrocio detto “delle 5 strade”. Per la stessa opera Vigasio era già stato destinatario di un altro contributo da 181mila euro nel 2017 da parte della Provincia.

Nella foto: un momento della conferenza stampa nella Sala Rossa dei Palazzi Scaligeri.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close