CereaProvinciaSport

Pioggia di medaglie per Tiro a Segno Cerea

Tanti successi ai campionati italiani all'Acqua Acetosa

Apriamoci ad un nuovo anno, chiudendo questo con ritrovato e rinnovato entusiasmo per come sono andate le finali del Campionato Italiano di Tiro a Segno. Inevitabilmente, come per tanti sport, il fermo obbligato lo abbiamo subito, ma non è bastato a penalizzare i nostri atleti, soprattutto i più giovani che nonostante le difficoltà ad allenarsi per le ovvie disposizioni sanitarie, non hanno messo meno impegno e sacrificio. Anzi, possiamo dire che le difficoltà li hanno spronati a dare il massimo, consapevoli , appunto, di quanto i tempi fossero limitati, quindi sfruttando al meglio ogni allenamento, sacrificando anche il tempo libero e la pazienza delle famiglie che li hanno accompagnati con tanto amore e sostegno  in questa avventura. I Campionati si sono disputati nel Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti in quel dell’Acqua Acetosa di Roma, iniziati il 4 dicembre con i più giovani per i quali Cerea ha visto in gara le bravissime allieve Giulia Bersani e Gaia Ghellere la quale ha indossato, con grande emozione anche dell’allenatore Augusto Toffaletti, la sua prima medaglia, un bronzo nella carabina ad aria compressa 10 metri, ragazze che hanno iniziato questo sport da poco più di un anno; mentre Paolo Bronzato pur classificandosi per le finali del campionato non ha potuto partecipare ma ha fatto un percorso eccellente per accedervi.

Il grande Agustin Martin Petrini, già molto conosciuto anche perché nelle fila della nazionale, ha conquistato un oro in categoria Juniores, categoria che lo vedrà per l’ultimo anno, passando poi seniores, sempre in carabina. Nelle altre categorie, la nostra segretaria Mihaela Iftimie ha raggiunto la medaglia d’oro categoria donne in pistola a 10 metri, nonostante non le sia stato dato tempo per i colpi di prova, causa lungaggini nella fare di tamponi pre gara, si è trovata quindi in start shot praticamente senza riscaldamento, vedendo così sfumare l’eventuale passaggio alla classe di merito superiore, ma tutto il poligono è molto felice per questo suo traguardo, conquistato con tanta dedizione a questo sport. Concludiamo la kermesse con Vladimir Barbieri che torna a casa, e a fare volontariato nelle fila della Croce Rossa Italiana, impegnato nei drive in Covid dell’Esercito a Verona, con un bellissimo argento senior di categoria, in carabina aria compressa .Le problematiche legate alle disposizioni sanitarie non hanno dato possibilità anche al master di pistola Sandro Tamborin di partecipare in quel di Roma pur essendosi classificato, come pure il giovanissimo Joaquin Martin Petrini che per limitazioni agli accessi numerici nelle fila della regione Veneto è rimasto a casa, ma ha comunque fatto un bellissimo percorso e lo aspettiamo il prossimo anno a farci gioire tutti con la maglia del Tiro a Segno Cerea ad avvalorare la bravura e la disponibilità degli allenatori e delle famiglie che non smetteremo mai di ringraziare per tutto l’impegno che mettono a titolo gratuito ma che si vedono ampiamente ricompensati nelle soddisfazioni che pure il nostro Presidente Zeno Chiarotto non manca di condividere.

Grande risultato anche per la solita Martina Ziviani, che oggi spara per il gruppo per il gruppo sportivo dell’esercito ma ha le sue radici di tiratrice a Cerea. Martina ha conquistato il terzo gradino del podio ai campionati italiani assoluti.

Nella foto da sinistra Vladimir Barbieri, Gaia Ghellere, Mihaela Iftimie, Agustin Martin Petrini

 

Paola Berti

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close