BovoloneTerritorio

Lavori socialmente utili per i richiedenti asilo

Accordo d'intesa tra Comune, Bovolone Attiva e la cooperativa San Francesco per promuovere programmi d'integrazione per gli immigrati ospitati a San Pierino

La Giunta del Comune di Bovolone ha deliberato un “accordo d’intesa” con Bovolone Attiva e la cooperativa sociale onlus San Francesco di San Bonifacio per promuovere un programma di lavori socialmente utili e percorsi di formazione rivolti ai cittadini stranieri richiedenti asilo, temporaneamente presenti nel territorio comunale e ospitati in una struttura di San Pierino gestita dalla stessa onlus San Francesco.
Le attività previste riguardano principalmente la pulizia e la manutenzione del verde pubblico, la pulizia delle caditoie stradali e dei cigli delle strade e altre mansioni.

Spetterà alla cooperativa San Francesco garantire la copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi e contro gli infortuni. Sarà invece Bovolone Attiva a coordinare l’operatività dei richiedenti asilo valorizzandone le attitudini e le capacità.
L’adesione al programma da parte dei richiedenti asilo sarà in forma volontaria e gratuita. La finalità del progetto – inserito in una delibera approvata dalla Giunta nei giorni scorsi – è promuovere “integrazione e solidarietà sociale, nonché scongiurare situazioni prolungate di inoperosità”.
Le attività per ogni persona che aderirà al progetto non dovranno superare le 20 ore settimanali. L’accordo ha una durata di 12 mesi.
“A fronte di un’emergenza che ha carattere nazionale e non soltanto locale, abbiamo deciso di muoverci per favorire l’adesione ad un programma di lavori socialmente utili da parte dei richiedenti asilo ospitati a San Pierino – spiega il sindaco Emilietto Mirandola -. Dalle adesioni che otterremo si misurerà la reale volontà di integrazione nella comunità bovolonese da parte di queste persone”.

“Bovolone Attiva è lieta di poter dare il proprio sostegno a questo importante progetto di valorizzazione e condivisione – afferma la Presidente di Bovolone Attiva, Carmela Crisafulli -. Durante l’attività i volontari avranno modo di imparare una nuova professionalità e di rendersi utili al territorio che li ospita, pulendo aree particolarmente sensibili all’abbandono di rifiuti e cigli stradali. In questa maniera si contribuirà a realizzare un avvicinamento all’inserimento di persone che hanno manifestato buona volontà e entusiasmo, consentendo alla società di perseguire un obiettivo rilevante in campo sociale”.

COMUNICATO STAMPA

Nella foto il sindaco di Bovolone Emilietto Mirandola

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close