CronacaEventiIncontriManifestazioniVerona

A spasso col Sommo Poeta

Mostra diffusa e mappa dei luoghi danteschi a Verona e provincia

Sulle tracce di Dante Alighieri lungo le vie, gli angoli, i monumenti e gli edifici veronesi che ne testimoniano lo stretto legame con Verona e provincia dopo l’esilio da Firenze.

E’ l’iniziativa progettata e promossa dal Comune di Verona per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

A guidare il visitatore in questo viaggio culturale nel tempo e nella storia danteschi, una preziosa mappa cartacea supportata da apposite app e segnaletiche a disposizione di turisti e cittadini.

L’excursus porterà alla scoperta dei luoghi di Dante, spaziando, solo per citarne alcuni, da Piazza dei Signori a Sant’Elena, dove Dante recitò la Questio de aqua et terra.

Il percorso comprenderà anche alcune chiese e altri luoghi ai quali Dante e i suoi discendenti erano legati, ciascuno dotato di un pannello con QRcode tramite cui il visitatore potrà accedere ad ulteriori approfondimenti.

L’esposizione a cielo aperto è stata realizzata dai Musei Civici con il patrocinio e il contributo del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, in collaborazione con Università di Verona e Diocesi di Verona e con il supporto di Fondazione Banca Popolare di Verona.

L’inaugurazione del programma ha avuto luogo oggi in Piazza dei Signori al cospetto della restaurata statua di Dante, luogo simbolo di tutte le iniziative realizzate a Verona nell’anno del Sommo Poeta.

Percorso con mappa alla scoperta dei luoghi di Dante a Verona
Percorso con mappa alla scoperta dei luoghi di Dante a Verona

Hanno presenziato l’assessore alla Cultura Francesca Briani, il direttore dei Musei Civici Francesca Rossi, Maurizio Marino di Fondazione Banca Popolare di Verona, Tiziana Franco dell’Università di Verona e il sindaco Federico Sboarina, che ha spiegato:  “La figura di Dante non può essere collegata solo alla letteratura, ma ci impone di ampliare la nostra visione su più aspetti della sua vita e del suo legame con la città scaligera e la sua storia. Un singolare rapporto intercorso, durante il suo esilio, tra il Sommo Poeta e Verona, messo in evidenza da questa mostra diffusa, che si snoda nei 21 luoghi più rappresentativi della presenza e della tradizione dantesca. La città scaligera, infatti, ci parla ancora dell’epoca di Dante, visibile all’occhio del visitatore ripercorrendo le stesse strade o visitando palazzi e chiese che, oltre settecento anni fa, il Poeta stesso poté scoprire e ammirare. Questa mostra sarà l’opportunità per cittadini e turisti di riscoprire e visitare, sotto una nuova luce, molti dei luoghi più suggestivi di Verona”.

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa, visitare il sito dedicato www.danteaverona.it.

SG

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close