Verona

Filovia Verona: chiusi quasi tutti i cantieri

Terminano oggi i disagi di molti cittadini

L’ha annunciato soddisfatto il sindaco Sboarina questa mattina: “La scadenza era il 14 maggio e l’abbiamo rispettata, cittadini e commercianti hanno sopportato per troppo tempo i disagi connessi ai lavori. Finalmente su questo fronte si torna alla normalità, questo è l’obiettivo che mi sono dato come sindaco. E sa da un lato non posso che essere profondamente dispiaciuto e scusarmi per i disagi sopportati per mesi dai veronesi, dall’altro sono soddisfatto di aver raggiunto il risultato di oggi, per nulla scontato e per il quale in questi mesi abbiamo lavorato incessantemente per arrivare a questo passaggio, i lavori si erano arenati e la necessità era quella di ripartire in fretta per non lasciare queste ferite sul territorio. Una responsabilità che parte da lontano, la filovia è senza dubbio una delle grandi opere pubbliche sul tavolo dell’Amministrazione, un progetto che abbiamo ereditato dalla precedente Amministrazione, una matassa intricata che a noi è toccato il compito di sgarbugliare, risolvendo i problemi legati all’Ati e ai cantieri che si erano fermati. Ora guardiamo avanti e proseguiamo il dialogo avviato con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per valutare, anche alla luce degli effetti della pandemia, varianti migliorative al progetto sia per quel che riguarda il mezzo sia per quel che riguarda il tracciato”. E ha aggiunto: “Non è un caso se oggi siamo in via Fedeli. Questo è stato uno dei cantieri più sensibili, rimasto fermo molti mesi, con disagi alla circolazione ma anche ai residenti e alle attività commerciali.”
A inizio gennaio, Amt e Ati (Associazione temporanea di imprese incaricata di realizzare l’infrastruttura) avevano firmato l’accordo transattivo che fissava a metà maggio il termine ultimo di fine lavori per il progetto della filovia.
E’ così è stato per quasi tutti i cantieri, molti dei quali hanno chiuso ancora prima di tale data: via Palladio, in zona Stadio, è stata infatti riaperta il 3 marzo scorso, mentre il 23 dello stesso mese è toccato alle vie Tunisi, Giuliari e Comacchio in Borgo Roma. Il 9 aprile, invece, è stata la volta di via Fedeli e via Caperle a San Michele.
Lavori ancora in corso, invece per altre due vie della città.
Si tratta di via Città di Nimes, il cui cantiere si era interrotto per via della rimozione dell’ordigno bellico, e via Girolamo Dalla Corte, per la quale rimane solo da completare la segnaletica orizzontale.
I cantieri stradali hanno fornito l’occasione per apportare migliorie all’asfalto e alla segnaletica in alcuni tratti delle vie interessate, per renderle più sicure e scorrevoli. E’ il caso di via Fedeli all’incrocio con via Caperle, dotato ora di un triplo stop che obbliga a rallentare.

SG

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close