CronacaVerona

A Verona va avanti l’operazione “Estate sicura”

Agenti in campo per arginare il degrado notturno

Bivacchi, prostituzione, occupazioni abusive e bar rumorosi: è soprattutto su questi segnali di degrado che la Polizia locale di Verona, nell’ambito dell’operazione “Estate sicura” voluta dall’Amministrazione, si sta concentrando.

L’assessore alla Sicurezza Marco Padovani ha spiegato:
“Fenomeni come l’eccessivo rumore al di fuori dei locali e i bivacchi all’aperto fino a notte fonda sono infatti più frequenti durante la stagione estiva, ecco perché interveniamo in modo puntuale nei luoghi più sensibili e con risposte immediate alle segnalazioni dei cittadini. Senza contare ovviamente l’incessante attività per la sicurezza stradale e per il decoro pubblico”.

Diversi gli interventi che la Polizia ha effettuato anche di recente, nei giorni scorsi, identificando 34 persone ed applicando 25 sanzioni per infrazioni al codice della Strada. In via Porta Catena, su segnalazione di occupazione abusiva di un immobile del Demanio, sono stati trovati 2 giacigli.
Altri interventi sono avvenuti a seguito di una serie di esposti per rumore in corrispondenza di bar e locali, come in via Gaspare del Carretto, via Bonzanini, via Valerini, Interrato Acqua Morta, Veronetta. Sulla Strada Bresciana sono state sanzionate anche tre prostitute e così anche alcuni cittadini stranieri per bivacchi notturni in piazzale XXV Aprile.

SG
Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close