CronacaLegnagoProvincia

Docenti e studenti all’estero grazie all’Istituto Medici

La scuola, guidata dal Dirigente Scolastico Stefano Minozzi, è stata inserita nei progetti Erasmus+

La scuola, guidata dal Dirigente Scolastico Stefano Minozzi, è stata inserita nei progetti Erasmus+ rivolti non solo agli studenti ma anche ai docenti e al personale ATA.

Per quanto riguarda il mondo dei ragazzi, la scuola ha aderito al progetto “Visionary European Agora” a cui partecipano l’Italia, la Bulgaria, la Polonia e la Gran Bretagna. L’iniziativa, legata alla sperimentazione del progetto nazionale “Agora of Knowledge”, coordinato appunto dall’IPS “G. Medici”, si basa sull’idea di “Aprire all’Europa” la sperimentazione di nuovi approcci educativi in ​​uno spazio innovativo, attraverso scambi scolastici che prevedono la creazione di “European Future Classrooms”, composte da studenti di diverse nazionalità che si confronteranno in uno “spazio di apprendimento” diverso dal tradizionale e formale contesto di “classe”.,L’apprendimento all’interno di Future Classrooms sarà stimolato dalla discussione, dal dibattito, dalla capacità di risolvere casi di studio e promuovere la comunicazione, la negoziazione, la leadership e il lavoro di squadra.

Le Future Classrooms simuleranno una vera e propria Agora, che consentirà agli studenti di migliorare le competenze chiave europee e altre soft skills, stimolando e migliorando il loro approccio nelle discipline STEM attraverso attività di codificazione, peer tutoring, nuove tecnologie (come stampanti 3D), multimedia piattaforme ecc.

L’istituto Medici, nell’ottica di promuovere e sostenere la formazione continua anche per docenti e personale ATA ha, inoltre, aderito al progetto “R.E.NEW.: impRove self‐Employment and NEW teaching methodologies”. Gli  obiettivi  specifici  per i docenti sono l’acquisizione  di:  strategie  di  sviluppo dell’autoimprenditorialità nei discenti; nuove didattiche laboratoriali; Learning to learn e Learning by doing;  metodologie  didattiche  innovative;  Flipped  classroom,  Tutoring,  Cooperative  learning; competenze  linguistiche,  competenze  di  utilizzo  delle  ICT;  soft  skills,  quali  capacità  di programmazione/progettazione, lavoro in gruppo, problem solving, conseguire obiettivi e capacità di comunicazione.

Mentre, gli obiettivi specifici per gli ATA saranno il miglioramento di: competenze di amministrazione scolastica attraverso l’uso della lingua straniera per le relazioni estere; protocolli di rete, trasparenza scolastica  e  gestione  dell’albo  on  line;  procedimenti  di  digitalizzazione  dei  servizi  amministrativi; utilizzo  delle  ICT; miglioramento  linguistico;  competenze  trasversali  e,  nello  specifico,  rispetto  dei ruoli, adattabilità, problem solving, cooperazione e lavoro in team, gestione delle informazioni.

Il  progetto  “R.E.NEW.:  impRove  self‐Employment  and  NEW  teaching  methodologies”  prevede  periodi di formazione durante l’estate presso Malta, il Regno Unito e l’Irlanda.

“Si tratta di una nuova entusiasmante sfida” ha spiegato il dirigente scolastico Stefano Minozzi “che porterà una crescita culturale e metodologica importante per tutto l’Istituto. Tutta l’attività sarà svolta ponendo al primo posto la tutela della salute dei nostri studenti e del nostro personale, a dimostrazione che la pandemia, pur limitando il nostro modo di vivere, non ci porterà a rinunciare a proposte e iniziative arricchenti come questa”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close