BovoloneCronacaSanità

Donazione del Rotary Club Legnago all’Ospedale di Bovolone

Un vero aiuto per tornare a camminare, pensato per i pazienti dell’Azienda ULSS 9 Scaligera della Pianura Veronese

Un vero aiuto per tornare a camminare, pensato per i pazienti dell’Azienda ULSS 9 Scaligera della Pianura Veronese ma non solo.

Il Rotary Club di Legnago ha donato a favore della Unità Operativa Complessa Recupero e Rieducazione Funzionale dell’Ospedale San Biagio di Bovolone, diretta dalla Dr.ssa Paola Pietropoli, una serie di ausili per la deambulazione.

Si tratta, in complessivo, di un deambulatore antibrachiale, un deambulatore con sostegni ascellari, sei deambulatori 2 ruote e 2 puntali, sei coppie di stampelle e due stampelle ascellari.

La cerimonia di donazione degli ausili di deambulazione da parte del Rotary Club Legnago è avvenuta nella sala conferenze dell’Ospedale di Bovolone, alla presenza di:

Dr.ssa Denise Signorelli, Direttore Sanitario ULSS 9 Scaligera;

Dr.ssa Paola Pietropoli, Direttore UOC Recupero e Riabilitazione Funzionale Bovolone – ULSS 9;

Dr. Gaspare Crimi, Direttore Dipartimento Riabilitazione ULSS 9;

Dr.ssa Valentina Rubino, Coordinatrice dei fisioterapisti UOC Recupero e Riabilitazione Funzionale;

Paola Lorenzetti, Presidente Rotary Club Legnago.

Dr.ssa Denise Signorelli, Direttore Sanitario ULSS 9 Scaligera: «A nome di tutta la Direzione aziendale voglio ringraziare il Rotary Club di Legnago per questa donazione all’Ospedale di Bovolone. Al di là del dono, che parla da solo, questo gesto è importante per tutti noi e per il personale dell’Ospedale: ogni donazione è il simbolo, infatti, dell’apprezzamento che i cittadini e il territorio esprimono per il lavoro di tutti i professionisti della Sanità di Bovolone e della Pianura Veronese. E questo è un dono nel dono».

Dr. Gaspare Crimi, Direttore Dipartimento Riabilitazione ULSS 9: «Il Dipartimento di Riabilitazione è radicato sul territorio e guardiamo sempre con grande interesse alle donazioni. Ringraziamo moltissimo, in questo caso, il Rotary Club di Legnago, sia per il dono in sé – che fornisce supporto ai medici, ai fisioterapisti e ai pazienti del reparto – ma anche perché ci lega al territorio e ai cittadini della nostra zona. Noi siamo una riabilitazione – permettetemi di dirlo – di prossimità, cioè accanto alle persone che abitano la Pianura Veronese. Questo dono è un riconoscimento del legame che questo Ospedale ha creato con i cittadini».

Dr.ssa Paola Pietropoli, Direttore UOC Recupero e Riabilitazione Funzionale Bovolone: «A fronte di un’attività clinica in continuo aumento, testimoniata dalle prestazioni erogate dalla UOC Recupero e Riabilitazione Funzionale, alla continua ricerca del miglioramento qualitativo dell’outcome, diviene quanto mai preziosa la donazione di questi ausili da parte del Rotary Club Legnago; ausili che consentiranno una gestione ancor più accurata dei pazienti degenti nel nostro reparto».

Paola Lorenzetti, Presidente Rotary Club Legnago: «Come Rotary Club abbiamo aderito volentieri alle esigenze di questo reparto, donando deambulatori, stampelle e altri attrezzi che possano aiutare chi affronta la riabilitazione. Oltre all’ULSS 9, siamo in collegamento con altre Istituzioni, Scuole, Enti e Associazioni, come la Caritas e la Ronda della Carità. Per noi è una grande soddisfazione donare a chi ha bisogno. Il Rotary è anche questo».

LA UOC RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE. La UOC Recupero e  Rieducazione Funzionale di Bovolone, diretta dalla Dr.ssa Paola Pietropoli dispone, presso l’Ospedale San Biagio, di un Reparto di degenza di 53 posti letto, dedicati alla Riabilitazione di patologie acute di natura ortopedica e neurologica, oltre ad un Servizio dedicato agli utenti esterni.

Ad oggi, nell’anno 2023, sono stati eseguiti 650 ricoveri ospedalieri di pazienti provenienti da reparti per acuti degli Ospedali di riferimento: si tratta prevalentemente di pazienti affetti da esiti di ictus e patologie neurologiche acute (ambito neurologico) o di esiti di frattura del femore (ambito ortopedico). Le degenze sono mirate al recupero delle autonomie motorie e del linguaggio attraverso interventi riabilitativi “sartoriali”, realizzati cioè in base alle caratteristiche cliniche del paziente. Oltre alla degenza, è presente un Servizio per esterni dedicato alla gestione ambulatoriale degli utenti con necessità riabilitative.

L’EQUIPE. L’Equipe riabilitativa è costituita da 12 Medici fisiatri e 2 Medici internisti presenti h 24 e da un Team Fisioterapisti a cui si aggiunge una Terapista Occupazionale e una Logopedista. Completano l’Equipe infermieri e OSS che si occupano dell’assistenza dei pazienti.

I NUMERI DELLA UOC. Nel 2023 ad oggi sono state eseguite, nella sede di Bovolone, 3200 visite specialistiche fisiatriche e sono state erogate 13.500 prestazioni fisioterapiche. Oltre agli ambulatori fisiatrici divisionali generici, sono stati istituiti 6 ambulatori divisionali dedicati: ambulatorio per le donne operate al seno, l’ambulatorio di Riabilitazione oncologica, l’ambulatorio Parkinson e l’ambulatorio Sclerosi Multipla, ambulatorio specifico per la terapia infiltrativa intrarticolare. In sede è presente inoltre un ambulatorio dedicato allo svolgimento di Ecocolordoppler dei Tronchi Sovraortici.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button