CronacaLegnago

La casa di riposo di Legnago fa un passo verso il futuro

Prosegue l’opera di ammodernamento della struttura e degli strumenti della Casa di Riposo di Legnago, secondo gli indirizzi dati dal Consiglio di Amministrazione dell’ente, guidato dal presidente Maurizio De Lorenzi.

Prosegue l’opera di ammodernamento della struttura e degli strumenti della Casa di Riposo di Legnago, secondo gli indirizzi dati dal Consiglio di Amministrazione dell’ente, guidato dal presidente Maurizio De Lorenzi.

In particolare, si è provveduto con un intervento in ambito “digitale”, avvenuto innanzitutto con la scelta di un nuovo server e il rinnovamento dei personal computer a disposizione del personale.

Inoltre, è stata ammodernata anche la rete per il “cloud”, provvedendo inoltre alla messa in sicurezza della rete stessa.

Un modo per poter lavorare più velocemente, e al riparo da eventuali problematiche tecniche o di pirateria informatica.

I nuovi strumenti digitali permetteranno, altresì, un futuro adeguamento all’iCloud, creando una sempre maggior sinergia con l’Azienda sanitaria Ulss 9 Scaligera, ad esempio per lo scambio di informazioni, mentre si sta già pianificando la possibilità di poter aggiornare digitalmente la cartella socio-sanitaria degli ospiti della struttura.

Il personale della Casa di Riposo riceverà durante il periodo estivo un’adeguata formazione alla nuova realtà digitale, che da settembre dovrebbe funzionare a pieno regime.

“Per noi – dichiara il presidente dell’Ente, Maurizio De Lorenzi – è una delle più belle soddisfazioni che, come struttura, potevamo conseguire, e ringrazio per la collaborazione il Cda, lo staff e tutti i dipendenti, perché tutti per la loro parte collaborano. Penso si stia lavorando abbastanza bene, e prossimamente ci saranno anche altre novità, perché stiamo investendo parecchio sulla Casa di Riposo, abbiamo già fatto alcune cose, dal logo a questa novità che abbiamo appena presentato, passando per il nuovo sito Internet, e altro abbiamo in cantiere. Stiamo riammodernando tutto quanto per dare all’utenza, alle famiglie, ma anche a chi lavora all’interno della struttura, i migliori servizi e i migliori strumenti possibili”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button