CronacaEventiLegnagoTeatro

Lo spettacolo “Scampoli” chiude la rassegna legnaghese “Squali”

Sul palco del Salus salirà Massimiliano Civica, figura di spicco del panorama teatrale italiano

Sabato 27 novembre arriva per la prima volta a Legnago, al Teatro Salus, ore 21.00 l’attore e regista Massimiliano Civica, figura di spicco del panorama teatrale italiano. Massimiliano Civica è regista, drammaturgo e attore, direttore artistico del Teatro Metastasio di Prato. Vincitore di due Premi Ubu come Migliore Regia con gli spettacoli “Alcesti” (2015) e “Un quaderno per l’inverno”(2017).

Scampoli è una conferenza-spettacolo in cui Civica conversa sul teatro attraverso curiosità, aneddoti, episodi della sua vita e delle persone, che direttamente o indirettamente, l’hanno influenzata: da Robert Mitchum a Rossellini, da Jerry Lewis a Emanuele Luzzati e Andrea Camilleri. Attraverso pensieri e vicende di questi protagonisti, Civica ci racconta il teatro da un punto di vista diverso.

Una serata a metà strada tra una crestomanzia di detti memorabili e il “Forse non tutti sanno che…” della Settimana Enigmistica. Il regista Massimiliano Civica, attraverso le vite di questi e di altri uomini di spettacolo, tenterà di tracciare il ritratto dei nostri artisti ideali, modelli forse irraggiungibili ma proprio per questo “esemplari”.

Scampoli è un atto d’amore nei confronti del teatro, un invito a innamorarsi dell’arte e a seguire sempre gli esempi che sono in grado di ispirarci e di spingerci, non tanto per emularli quanto per non smettere mai tendere verso l’impossibile.

Scampoli è un spettacolo con cui Civica unisce e fa convivere a favore del pubblico le sue competenze di attore, regista e di pedagogo, la mente di chi non solo fa teatro, ma se ne occupa e si interroga.

Massimiliano Civica Studia presso l’Odin Teatret di Eugenio Barba e successivamente entra a far parte del corso di regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Infine lavora presso il Teatro della Tosse di Genova. Nel 2007 vince il Premio Lo Straniero e il Premio Hystrio per la sua attività teatrale. Nello stesso anno diventa direttore artistico del Teatro della Tosse, dando vita al progetto triennale Facciamo insieme teatro, che vince il Premio ETI. Nel 2008 con il suo Il mercante di Venezia vince il Premio Ubu per la miglior regia, l’anno dopo ottiene il Premio Vittorio Mezzogiorno. Nel 2010 dirige Un sogno nella notte dell’estate, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria. Oltre a tenere laboratori di recitazione per le più importanti scuole teatrali d’Italia, Civica ha svolto il ruolo di docente universitario presso la cattedra di Metodologia della critica dello spettacolo dell’Università La Sapienza e quella di Regia presso l’Accademia di belle arti di Genova.

Cos’è Squali – Il teatro morde

Squali – Il teatro morde è il titolo della rassegna. Un concetto figurato di un teatro ruvido, aspro, che come un grande predatore ti coglie d!improvviso e lascia ferite profonde che vogliono muovere riflessioni nell!animo del pubblico. Un pubblico che va avvicinato a se stesso e alle proprie emozioni grazie ad un teatro intriso di condivisione, riflessione e significato. Questo è ciò che promette Squali e il suo teatro: uno spazio fisico e mentale, un luogo di astrazione dove chi è in scena restituisce un altro mondo a chi ascolta: visioni, racconti, confronti e astrazioni.

Cinque spettacoli che trattano temi diversi, ma uniti da un filo comune che parla di umanità, di emozioni, di storia. Proposte per uscire dai luoghi comuni del teatro tradizionale, dai preconcetti che dominano una società sempre più asettica.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button