CronacaProvinciaSanità

Monteforte d’Alpone: aumento massimali individuali in risposta a carenza di Medici di base

Ad oggi non è stato possibile trovare alcun medico da incaricare provvisoriamente per sopperire alla carenza d’ambito

In merito alla situazione assistenziale della Medicina di base a Monteforte d’Alpone, l’Azienda ULSS 9 Scaligera informa che, nonostante ripetuti inviti ai medici inseriti nelle varie graduatorie aziendali e un avviso sul sito internet aziendale, ad oggi non è stato possibile trovare alcun medico da incaricare provvisoriamente per sopperire alla carenza d’ambito conseguente alla cessazione del Dr. Guandalini Gianmarco. Si è quindi provveduto a richiedere, previa approvazione del Comitato Aziendale MG e autorizzazione del Direttore Generale Area Sanità e Sociale, la disponibilità dei medici dell’Ambito territoriale 2 – Distretto 2 Est Veronese ad aumentare temporaneamente il massimale individuale fino a 1800 assistiti.

Finora hanno dato la propria disponibilità ad aumentare il rispettivo massimale quattro medici, per 580 posti complessivi: Argentoni Antonella (da 1200 a 1250 posti, ambulatorio a Monteforte d’Alpone); Dal Cero Cesarino (da 1500 a 1630 posti, ambulatorio a Montecchia di Crosara); Peci Salvatore (da 1500 a 1800 posti, ambulatorio a Vestenanova); Tregnaghi Elena (da 1500 a 1600 posti, ambulatorio a Monteforte d’Alpone). Ulteriore disponibilità è arrivata dalla Dr.ssa Peron Silvia, con ambulatorio a Roncà, per 50 posti che saranno applicati a breve.

Tutti gli assistiti del Dr. Guandalini possono pertanto trovare posto tra questi medici dell’ambito.

Si precisa infine che, per l’anno 2021, sono state richiese e pubblicate, per l’ambito in questione, 4 zone carenti per le quali si è in attesa dell’espletamento delle procedure di copertura delle stesse da parte di Azienda Zero. Dopo la prima fase attualmente in corso, riservata ai medici già convenzionati che hanno richiesto trasferimento in altro ambito e ai medici inseriti nella graduatoria regionale, eventuali zone non assegnate potranno essere coperte da medici inseriti in graduatorie di altre Regioni e successivamente ai medici frequentanti il corso di formazione in medicina generale nella Regione Veneto.

“Abbiamo fatto tutto il possibile – commenta il Direttore Generale dell’UlSS 9, Dott. Pietro Girardi – cercando soluzioni condivise con l’Amministrazione comunale di Monteforte. Fin dal primo momento ci siamo confrontati con il sindaco Roberto Costa, al quale va il mio ringraziamento, collaborando fattivamente per dare risposta ai cittadini e sopperire alla carenza di medici”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close