CronacaProvincia

Protezione Civile in campo contro il maltempo

Sono 15 le squadre di Protezione Civile al lavoro, alcune già dal tardo pomeriggio di ieri, soprattutto nell’est veronese in seguito alle forti precipitazioni delle scorse ore. In diversi comuni – quali Cologna Veneta, Roveredo di Guà, San Bonifacio, Zimella e Albaredo d’Adige – le criticità riguardano la rete idraulica secondaria di deflusso delle acque meteoriche.

Diversi gli allagamenti in scantinati e sottopassi. Criticità elevata anche per alcuni corsi d’acqua, con esondazioni a Cologna Veneta e Roveredo di Guà e due rotture degli argini:del Chiampo a San Bonifacio e del Guà tra Zimella e Cologna. A Zimella la provinciale 500 risulta allagata e dunque interrotta. Chiuse per lo stesso motivo, nel colognese, la Sp 19 e la Sp 7.

Problemi anche sulla 41 a Bevilacqua, per la quale si sta decidendo l’eventuale sospensione della circolazione .Altre criticità sulla viabilità provinciale riguardano la 36b in territorio di Vestenanova, dove i detriti trasportati dall’attiguo torrente hanno ostruito i canali di deflusso delle acque meteoriche. Acqua e detriti che si sono riversati sulla provinciale, che risulta chiusa. Complessa anche la situazione a San Giovanni Ilarione sulla Sp 17 dove si sono registrati diversi smottamenti del terreno argilloso dal versante di monte della strada. Chiusi i guadi sul torrente Illasi e allagato questa notte il sottopasso della tangenziale di Soave.

I volontari della Protezione Civile si stanno occupando principalmente di liberare locali invasi dall’acqua con motopompe e di monitorare il livello di canali e fiumi. Per quanto di competenza, è stato allertato il Genio Civile.

Le previsioni meteorologiche indicano la possibilità di nuove consistenti precipitazioni nelle prossime ore. In caso di condizioni particolarmente avverse, la Protezione Civile invita i cittadini a limitare il più possibile gli spostamenti e a non sostare lungo i corsi d’acqua attenzionati e in locali allagati.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button