CronacaEconomiaLegnagoProvincia

Ristorazione scolastica a Legnago: tariffe invariate dal 1 settembre

Una buona notizia per tutte le famiglie interessate dal servizio

A seguito del rinnovo dell’appalto del servizio di ristorazione scolastica gestito da CIRFOOD, la Giunta ha ritenuto non opportuno pesare sul bilancio delle famiglie e ha deciso di imputare al Comune il costo totale dell’aggiornamento delle tariffe del servizio di refezione, pari a 30.000 euro.

“ La Giunta ha ritenuto doveroso non applicare alcuna modifica alla tariffa dei pasti per l’anno scolastico 2021/2022”, ha spiegato Orietta Bertolaso, assessore alle Politiche sociali, famiglia, Istruzione e Lavoro. “A fronte di una media pasti annuale che si aggira intorno ai 170.000 euro, la Giunta ha deciso di accollarsi per intero la cifra di 33.000 euro, che a pasto corrisponderebbe all’aumento di 0,20 centesimi, evitando così un nuovo salasso per le famiglie. Il costo che avrebbero dovuto sostenere le famiglie sarebbe lievitato da 4,30 a 4,50 a pasto, aumento che all’apparenza potrebbe risultare di poco conto, ma che andrebbe ad incidere notevolmente nel bilancio mensile del singolo nucleo familiare. L’adeguamento del costo del pasto a carico del Comune è stato discusso in Giunta a seguito della conclusione della gara d’appalto per la fornitura di pasti nelle mense, che ha visto vincitrice per un quinquennio la ditta Cirfood ,che già eroga il servizio nel territorio di Legnago. Come Assessore ho già concretamente supportato le famiglie con altre azioni (buoni alimentari, bonus bebè). Le incertezze legate al COVID per il prossimo anno scolastico rendono ancor più necessario un nostro intervento a favore delle famiglie, affinché possano sentirsi supportate ed aiutate nella quotidianità e sentire l’Amministrazione vicina alle proprie esigenze”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button