CereaCronacaProvinciaSport

Tiro a Segno Nazionale Cerea: la vittoria non ha età

Pioggia di medaglie ai Campionati Italiani di Pisa

Esiste, esiste uno sport in cui non ci sono differenze, non contempla diversità, non teme il passare del tempo. Esiste uno sport in cui puoi ancora fare la differenza a 90 anni e nella stessa competizione avere un collega para , ma che non fa alcuna differenza. Esiste uno sport in cui conta solo l’affiatamento e l’armonia delle persone che lo praticano, lo spirito di amicizia e la capacità tecnica di ogni singolo elemento. Esiste , si chiama Tiro a Segno.

Location: quel di Pisa, evento: finali Campionati Italiani di disciplina Bench Rest, protagonisti ed interpreti :quattro atleti della Sezione di Tiro a Segno di Cerea, regia: l’amicizia. Metti insieme tutto e il copione è presto fatto. Anno 2020 pandemia, le squadre di atleti sono formate ma tutto si ferma, tutto si mette in attesa, ma l’attesa è solo per il miglioramento e la preparazione psicologica ed atletica. Arriva l’inizio del 2021, si torna in gara, si riprende l’attività agonistica pur con le limitazioni e la paura che la situazione mondiale ancora ci sottopone quotidianamente; ma quando hai dentro al cuore la passione, quella non c’è nulla che la ferma, infatti Aroldo Cera classe 1931, avete letto bene, non è un errore di digitazione, Renato Contarato, Sandro Pozzani e Felice Maistrello, riprendono gli allenamenti , riprendono in mano lo spirito della squadra e ricominciano ad allenarsi. Le gare di qualificazione sono tante, gli allenamenti intensi e frequenti, ad un cero punto Renato lascia per motivi personali, la squadra non si abbatte, pur sapendo che in tre il punteggio da raggiungere sarà ancor più importante, l’asticella si alza, ma sentite uno po’, si alza anche la determinazione dei tre “ moschettieri” .

Arriviamo a sabato 18 settembre, la tensione si tocca, la pressione degli avversari si percepisce. Colpo dopo colpo, con le loro carabine ,bersaglio a 50 metri, vento che devia la traiettoria, ma l’esperienza e la preparazione tecnica hanno prontamente gestito la situazione, e uno dopo l’altro i tre si classificano individualmente e Aroldo, “ the young boy” , addirittura con punteggi che sfiorano il record, Si qualificano per la finale di squadra. La soddisfazione loro già la sentono, perché chi pratica questo sport, quando sgancia il colpo sa già se quello sarà o no un buon colpo. Ed eccola. Competizione finita. Podio . Oro ! Campioni Nazionali di squadra 2021, li vedete in foto, i loro occhi parlano. E noi applaudiamo, applaudiamo alla tenacia, all’amicizia, all’impegno, alla costanza. Applaudite anche voi con tutta la Sezione, e venite a trovarci per provare con mano uno sport in cui dai dieci anni fino a quando volete tutto è possibile; anche salire sul podio il giorno dopo, per la seconda puntata del nostro fantastico film, per ricevere un bronzo di squadra ancora per Felice Maistrello e stavolta con Giuliano Strobbe e Biagio Beghin nella categoria sporter.

Facciamo tesoro di questa avventura, facciamo tesoro del loro valore. Un tesoro tutto al Tiro a Segno di Cerea, che tutti voi potete avere.

 

 

Paola Berti

 

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close