CronacaVerona

Verona città più accessibile

Installato oggi il decimo semaforo per non vedenti

Un semaforo adeguato all’utilizzo dei non vedenti è stato installato oggi in via Sommacampagna, nel rettilineo di fronte al Centro Direzionale Quadrante Europa.
Grazie ad una speciale segnalazione acustica che scatta insieme al verde variando d’intensità all’avvicinarsi dei colori giallo e rosso, il semaforo permette anche a chi ha grosse difficoltà visive di attraversare in maggior sicurezza la strada.
Le strisce pedonali non sono fatti ritenute sufficienti dall’Amministrazione, in certe vie della città, a garantire l’incolumità dei cittadini che transitano a piedi. Per questo motivo è stato creato un impianto semaforico che sfrutta la struttura a portale preesistente.

Si tratta dell’ultima installazione di questo tipo in città a Verona dopo altre nove realizzate sulla base delle segnalazioni dei cittadini e dell’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti: Borgo Venezia, via Zeviani, vicino agli uffici Ulss e in via Banchette, in prossimità di un istituto scolastico.
In previsione l’adeguamento dei semafori anche in zona Stazione, via Città di Nimes, via Circonvallazione Oriani, via Pallone, piazza Cittadella, Ponte Navi, via dei Grolli e delle Polidore, vicino al Policlinico di Borgo Roma e in via Colonnello Fasoli.

Il costo complessivo dei lavori di abbattimento delle barriere architettoniche sui quali l’Amministrazione si sta impegnando è di circa 122 mila euro, metà dei quali finanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in quanto frutto di un bando vinto dal Comune.

In occasione della nuova semaforica di via Sommacampagna è intervenuto oggi l’assessore alla Mobilità e Traffico Luca Zanotto, che ha spiegato:
“Un obiettivo, quello dell’abbattimento delle barriere architettoniche, che ha visto l’Amministrazione impegnata subito dopo l’insediamento, per una città che sia accessibile davvero a tutti. Il bando ministeriale ci ha permesso di aumentare notevolmente i semafori con dispositivi sonori presenti in città, intervenendo su tutto il territorio e in particolate nelle zone più trafficate e già segnalate dagli stessi cittadini. Quello che presentiamo oggi è l’ultimo impianto messo a punto, che a differenza di altri non è stato solamente adeguato ma creato ex novo. I lavori sono stati anche l’ occasione per sistemare i marciapiedi dove si trovano i semafori, realizzando gli abbassamenti necessari”.

S.G.

 

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close