ArteCulturaEconomiaEventiIncontriManifestazioniMusicaTeatroVerona

Al via il progetto Arena Opera festival Experience: tre opzioni speciali rivolte a chi assiste agli spettacoli

Sinergia tra le Istituzioni e il mondo imprenditoriale per la la valorizzazione del celebre anfiteatro, famoso in tutto il mondo, Arena di Verona.

La centralità del Festival lirico torna in questa nuova iniziativa pensata per la valorizzazione dell’esperienza del festival e del monumento, in una riflessione supportata anche dai lavori di restauro all’interno dell’Anfiteatro.

Arena Opera Festival Experience intende offrire a chi assiste ad uno spettacolo in Arena la magia del teatro sotto le stelle più grande al mondo arricchita con quattro tipologie di esperienze esclusive ed inedite.

La prima è THE STAR ROOF: la terrazza che sarà resa accessibile per questa iniziativa è un luogo poco conosciuto anche per gli stessi veronesi ed è il piano che, con uno scorcio su Piazza Bra, congiunge il primo anello dell’Arena con l’ala superstite del terremoto del 1117, da sempre simbolo dell’Arena, suggestione da cui trae spunto l’idea delle 67 Colonne. Proprio quell’ala, che caratterizza l’immagine dell’Arena di Verona e la rende unica fra tutti gli anfiteatri del mondo, è una location mai utilizzata prima che per l’occasione si veste dell’eccellenza di Casa Perbellini: ogni sera del Festival, solo 24 ospiti potranno accedere a questo luogo unico per gustare una cena dello chef stellato Giancarlo Perbellini, prima di essere accompagnati in prima fila star (novità del 2022) per assistere all’opera dalla più richiesta delle Poltronissime di platea. L’obiettivo di questa iniziativa, nata d’intesa con il Soprintendente Vincenzo Tinè, è la raccolta di fondi per valorizzare un monumento unico come l’Arena e progettare il museo dell’anfiteatro che negli anni si aggiungerà come esperienza da offrire al pubblico corporate e non.

La seconda proposta è THE STONE LOUNGE che offre l’opportunità ad ogni azienda del programma aziende di riservare in esclusiva l’unica stone lounge presente in Arena, una volta millenaria e riparata a fianco dell’ingresso di platea, e godere di un’area riservata per i propri ospiti (fino ad un massimo di 80). L’esperienza prevede un’accoglienza dedicata per accompagnare gli ospiti nella serata in Arena dal parcheggio, alla consegna dei biglietti, gift personalizzati e ingresso riservato in Arena, oltre a un light dinner accompagnato dalla prestigiosa degustazione di vini di Casa Sartori.

BACKSTAGE VIP PASS è la terza delle esperienze dell’offerta corporate, pensata per tutti coloro che vogliono immergersi e respirare l’atmosfera brulicante del “dietro le quinte”, per conoscere la storia del teatro e della città, visitare il retropalco in cui si incontrano macchinisti, sarte, attrezzisti, e dove si respira l’emozione che precede lo spettacolo. Un percorso esclusivo nei luoghi non accessibili al pubblico riservato ogni sera a 40 ospiti che, dopo aver visto da vicino Artisti, comparse, maestranze e personale tecnico, potranno fermarsi in un’area riservata a bordo palcoscenico per assistere alla grandiosità e alle emozioni dell’opera dal vivo da un punto di vista completamente inedito.

Fondazione Arena, in collaborazione con il Comune di Verona, in attesa del Centenario del 2023, inaugura per 15 serate una nuova area lounge nella Buvette del Palazzo della Gran Guardia: un esclusivo percorso attraverso le migliori etichette delle cantine che sostengono la Fondazione Arena di Verona seguito da un light dinner. L’esperienza offre uno spazio che permetterà alle aziende di avere ogni sera il posto migliore in Arena e un’accoglienza speciale per i propri ospiti, che anche in questo caso avranno accesso a benefit esclusivi a partire dal loro arrivo a Verona, con navette, concierge, consegna degli accrediti e accesso riservato, gift personalizzato, con l’opzione di aggiungere un momento di introduzione allo spettacolo, a cura della Fondazione Arena di Verona.

Le iniziative dell’area corporate sono gestite dal gruppo Noahlity che contribuirà alla vendita e all’organizzazione delle esperienze: il gruppo è anche entrato a far parte dei sostenitori del Festival Lirico.

«Queste iniziative – ha spiegato Cecilia Gasdia, Sovrintendente e Direttore Artistico della Fondazione Arena di Verona – arricchiscono il percorso iniziato con le 67 Colonne: insieme offrono uno sguardo inedito sulla nostra Arena e per la prima volta permettono di esplorarne da vicino luoghi e dettagli sia come millenario monumento romano sia come teatro pullulante di vita, arti e mestieri. Vogliamo che partner, sponsor, mecenati e benefattori aprano per primi la strada ad un nuovo modo di conoscere nella sua anima la realtà dell’Arena di Verona e la riscoprano per viverla, amarla e preservarla con il rispetto e l’amore che merita».

S.G.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button