CulturaEventiIncontriVerona

Alla scoperta delle piante spontanee: iniziativa dell’Ecosportello

Al via quattro passeggiate didattiche gratuite

Commestibile o velenosa? Sarà buona da mangiare? E quali proprietà potrebbe avere?

Tante sono le domande che chi non conosce le erbe spontanee può porsi vedendole lungo un sentiero o sui bordi della strada; ma adesso c’è l’occasione di conoscerle da vicino.

L’Ecosportello del Comune di Verona ha infatti organizzato una serie di passeggiate divulgative per promuovere la conoscenza delle erbe spontanee più comuni presenti sul nostro territorio. L’iniziativa, denominata “Spontaneità che bontà“, porta infatti alla scoperta delle loro proprietà e possibili utilizzi.

Una foresta di aglio selvatico
Una foresta di aglio selvatico

La conoscenza di piante come melissa, acetosa, luppolo o tarassaco era molto diffusa un tempo, in quanto queste erbe erano utilizzate non solo come rimedi ai malanni più comuni, ma anche come ingredienti di pietanze sane e gustose.

Nell’arco dei quattro appuntamenti sarà possibile riconoscerle e raccoglierle, facendo tesoro di conoscenze utili per sé e gli altri ed aprendo al contempo gli occhi sulla biodiversità che  ci circonda, attingendo anche a saperi antichi.

Ecco il programma dettagliato degli incontri:

2 ottobre, dalle 10 alle 12.30, al Giarol Grande (ritrovo al parcheggio Giarol);

8 ottobre, dalle 15.30 alle 17.30, a “La Sorte”, partenza via Barucchi, vicino oasi dei cigni;

16 ottobre, dalle ore 10 alle 12.30, a “La Sorte”, partenza via Barucchi, vicino oasi dei cigni;

22 ottobre, dalle 15.30 alle 17.30, al vallo di Cangrande, partenza in via Caboto, Batteria di Scarpa.

La partecipazione è gratuita ma è obbligatorio iscriversi tramite email: ecosportello@comune.verona.it.
Per informazioni: tel. 3358242946.

S.G.

 

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close