ArteCulturaIncontriVerona

Ritrovarsi dopo 50 anni grazie all’arte: Mostra in Sala Birolli

Esposte le opere di quattro ex-compagne di Liceo Artistico

S’intitola “Il bello che unisce. 50 anni nel colore”, la mostra che prenderà vita in Sala Birolli in via Macello, in centro a Verona, dal 25 settembre al 9 ottobre.
Un’esposizione organizzata dalla Prima Circoscrizione Centro Storico in collaborazione con l’Associazione Culturale Quinta Parete e curata da Federico Martinelli. Ad essere protagonisti, i dipinti di quattro ex-compagne del Liceo artistico che dopo la maturità nel 1971 si sono ritrovate per riunire le proprie vite all’insegna del denominatore comune a tutte: l’arte. Alla presentazione della mostra sono intervenuti il presidente della prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti, il delegato dell’organizzazione della mostra e consigliere di circoscrizione Franco Cacciatori, Manuela Bertoni, Lisa Tosco e Doris Faccioli.
“Come dice il tema della mostra, portare avanti una passione e ritrovarsi dopo 50 anni è una cosa veramente bella – dice il presidente Occhipinti -. Riuscire a fare nella vita la propria passione in qualsiasi ambito, anche necessariamente senza farla diventare il proprio lavoro, è grande motivo di soddisfazione, ed ha ancor più valore se ci si ritrova a condividerla dopo tanti anni”.
Le opere esposte, tutte diverse tra loro per gusto, colori e tecniche utilizzate, sono di Manuela Bertoni, Lisa Tosco, Letizia Saladini e Doris Faccioli.
La mostra, che verrà inaugurata sabato 25 alle 17, e sarà aperta tutti i giorni escluso il lunedì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. L’ingresso è gratuito e consentito solo ai possessori di green pass e mascherina.

S.G.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close