ArteEventiProvinciaVerona

Estravagario Teatro premiato alla rassegna di Fumane “Sabato a Teatro”

La giuria ha assegnato alla compagnia veronese il premio per la miglior messa in scena, il premio miglior attore a Tiziano Gelmetti e ha riservato un premio speciale per il fisarmonicista Giuseppe Zambon.

Estravagario Teatro con lo spettacolo “Paese Perduto” ha conquistato tre riconoscimenti nella 32esima edizione della rassegna di Fumane “Sabato a Teatro”, che da 10 anni è diventata un concorso denominato Sipario Valpolicella. La giuria ha assegnato alla compagnia veronese il premio per la miglior messa in scena, il premio  miglior attore a Tiziano Gelmetti e ha riservato un premio speciale per il fisarmonicista Giuseppe Zambon. La serata di chiusura della rassegna si è tenuta al Cinema Teatro parrocchiale di Fumane sabato 12 marzo 2022.

Paese Perduto racconta uno spaccato del mondo contadino del secolo scorso attraverso canzoni, storie di campi, di amori, di sudore. I testi, che  narrano fatti realmente accaduti, sono di Dino Coltro. 

Sul palco Tiziano Gelmetti, che è anche il regista dello spettacolo, è è accompagnato da Zambon alla fisarmonica e dalle voci di Luisella Mutto, Fausto Tognato, Marina Zanoni, Michele Schenato, Barbara Fittà e Valeriano Benetti. 

“Paese Perduto”, dopo aver conquistato la rassegna di Fumane, tornerà sul palco del teatro di Cadidavid (piazza Roma) sabato 26 marzo, inizio alle 21.

MOTIVAZIONI RICONOSCIMENTI

Premio Migliore: “Messa in scena” a Estravagario Teatro

Attraverso l’originale allestimento di un velo a fondo palco che cela cantanti-attori che compaiono e scompaiono in un costante gioco di luci dai ritmi precisissimi propri di un orologio della storia, si ricordano canzoni, fatti e personaggi di un passato non troppo lontano, narrati dall’unico testimone fisicamente in scena, accompagnato dal canto e dalla recitazione di figure evocate dalla luce e dalla musica di un valente fisarmonicista.

Premio Migliore: “Attore” a Tiziano Gelmetti 

Per aver narrato e cantato, con sensibilità, delicatezza e passione, le storie della tradizione rurale veneta, attinte dalle grandi raccolte di Dino Coltro “Paese perduto”; per aver evocato nei meno giovani ricordi ed emozioni della loro giovinezza ed aver riproposto alle nuove generazioni una cultura a volte dimenticata

Menzione speciale della giuria per il fisarmonicista Giuseppe Zambon

Suonando con mirabile maestria, ha accompagnato i racconti della tradizione contadina,  nello spettacolo “Paese perduto” della Compagnia Estravagario Teatro, offrendo al pubblico pezzi di autentico virtuosismo, tanto da diventare lui stesso un personaggio dello spettacolo capace di emozionare ed entusiasmare la platea

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button