EconomiaEventiIncontriPianura VeroneseProvincia

Imprenditori e istituzioni uniti per rilanciare la Pianura veronese

L’incontro, dal titolo “Una Pianura di opportunità”, si è tenuto mercoledì sera

Mercoledì sera, 13 ottobre, imprenditori locali e rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria si sono riuniti presso la Tenuta San Martino per discutere assieme come rilanciare la Pianura veronese, sfruttandone le potenzialità e intervenendo sulle criticità del territorio.

All’incontro, dal titolo “Una Pianura di opportunità”, erano presenti, tra gli altri, il Sindaco Graziano Lorenzetti, la vice presidente della Regione Veneto Elisa De Berti, il Presidente della Provincia di Verona Manuel Scalzotto, l’Assessore alle Attività commerciali Nicola Scapini e il delegato legnaghese di Confcommercio Nico Dalla Via.

“La nostra area è stata sempre identificata più per le attività agricole che industriali”, ha dichiarato il Sindaco. “Oggi non è più così. Nel secondo dopoguerra il nostro territorio ha avuto una grande trasformazione industriale. La pianura ha grandi opportunità di crescita grazie agli spazi a disposizione e alla voglia di uscire dalle difficili dinamiche del momento. Ci sono aziende che hanno progetti innovativi ed è compito delle amministrazioni mettere in condizione le imprese di svilupparli, creando occupazione e ricchezza”.

 

“I Comuni si devono unire e fare massa critica per far crescere la nostra pianura”, ha sottolineato”, “Ad esempio con San Giovanni Lupatoto stiamo sviluppando dei progetti di sinergia. Abbiamo anche un problema legato alla nostra formazione scolastica, abbiamo bisogno di specializzazione e con la Provincia stiamo collaborando per creare un importante polo scolastico e formare professionalità elevate. Sta a noi come amministratori essere vicini alle imprese, anche se la burocrazia ci strangola e non per nostra volontà. Noi, e questa è una grossa novità, abbiamo modificato lo strumento urbanistico per favorire le aziende che si vogliono espandere e che non hanno più un metro quadrato a disposizione. Possiamo ad esempio andare in deroga con un accordo di programma e di copianificazione con un permesso di costruire convenzionato per poter ampliare oltre dimensione. Quindi daremo la possibilità alle aziende di espandersi senza farle spostare”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button