EconomiaEventiManifestazioniPrimopianoProvinciaVerona

Inaugurato oggi “Motor Bike Expo” alla Fiera di Verona

L'assessore regionale al turismo Caner commenta: "Mototurismo, segmento in crescita sul quale investire"

Da giovedì 17 a domenica 20 gennaio 2019 (orario 9.00 – 19.00) torna a Veronafiere il Motor Bike Expo. Per l’undicesimo anno consecutivo il grande salone internazionale della moto fa dunque tappa nella città scaligera, partendo dai numeri-record dell’edizione del decennale; nel 2018 i visitatori furono 167.000, 700 gli espositori – provenienti da tutto il mondo – distribuiti su 7 padiglioni, per un totale di quasi 80.000 metri quadrati di esposizione al coperto, oltre 60 gli eventi (comprese le esibizioni e gli show su 21.000 metri quadrati di aree esterne) che costellarono i quattro giorni di apertura.

Invariata la formula originale: all’esposizione della grande produzione industriale (moto, abbigliamento, accessori e componenti), proposta in tutte le sue declinazioni, per l’uso della moto su strada, off-road e sportivo, si affianca quella del settore custom, il mondo delle personalizzazioni, delle special, dei pezzi unici (vere e proprie opere d’arte), in cui Motor Bike Expo è leader e punto di riferimento a livello internazionale. Spazi particolari sono dedicati al turismo in moto e alla mobilità sostenibile.

IL MOTOTURISMO

“Dalle indagini emerge che il mototurista è un viaggiatore curioso, che ama percorrere itinerari di pregio paesaggistico, come quelli montani e costieri, ma anche visitare luoghi di interesse culturale e storico, ricercando un’ospitalità caratterizzata dalla buona cucina e dalla proposta di prodotti tipici. Poiché questo sembra il ritratto della nostra regione, si spiega perché il Veneto sia una delle mete preferite dai bikers e perché Verona sia la sede naturale per uno dei più importanti saloni internazionali dedicati alle due ruote”. Così l’assessore regionale al turismo, Federico Caner, saluta l’odierna apertura dell’edizione 2019 del Motor Bike Expo. 

“Noi sosteniamo questa iniziativa – spiega l’assessore – perché rappresenta un punto di riferimento per tanti appassionati di un certo modo di viaggiare, fatto di natura, sport, arte, enogastronomia, che guardano al Veneto con crescente interesse. In particolare i mototuristi di Germania, Austria e Francia, sempre più numerosi valicano le Alpi, attratti dalla diverse opportunità offerte dai nostri territori: dalla laguna veneziana alle località della costa Adriatica, da Bibione al Delta del Po, dal giro del Lago di Garda al tour nelle terre del Prosecco e agli scenari dolomitici”.

“I bikers – conclude Caner – sono interpreti genuini di quel turismo esperienziale che sta conquistando fette sempre più consistenti di mercato e sono clienti che nella maggior parte dei casi godono di buone possibilità economiche e che ricercano qualità e comfort nel soggiorno. Se per ricchezza paesaggistica, culturale e artistica il Veneto è una delle mete più ambite, l’obiettivo deve essere quello di accrescere gli standard qualitativi della nostra ricettività e dell’ospitalità in genere, rafforzando in tal modo l’offerta anche per questo movimento turistico che ha ancora margini di crescita”.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close