EventiManifestazioniTerritorioVerona

L’Amarone torna in Vetrina

L'evento esclusivo dedicato ai produttori del grande vino rosso veronese raggiunge la quarta edizione

L’Amarone torna in Vetrina per il quarto anno con un evento che rientra nel più ampio progetto del Palio del Recioto e dell’Amarone, voluto dal Comune di Negrar per affiancare, allo storico Palio dedicato al Recioto, un’occasione di promozione anche per il Grande Rosso Veronese.

L’Amarone sarà protagonista a Vetrina dell’Amarone 2019, una due giorni di degustazioni che si terrà Sabato 23 Marzo dalle 18 alle 22 e domenica 24 Marzo dalle 11 alle 20, nella settecentesca Villa Mosconi Bertani di Novare (Negrar).

I produttori di Amarone della Valpolicella Classica parteciperanno ad un evento che nasce nel cuore del territorio dove viene prodotto il Grande Rosso Veronese e che intende esaltarne le caratteristiche nei confronti di stampa, operatori nazionali ed internazionali del settore enogastronomico e turistico e dell’appassionato pubblico di winelovers.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento erano presenti Camilla Coeli, Assessore al Turismo e Attività di promozione del Comune di Negrar, il sindaco di Negrar Roberto Grison e lo staff di Mediawine, responsabile comunicazione dell’evento e interlocutore territoriale degli operatori coinvolti.

«Con questa manifestazione vogliamo riaffermare il fondamentale legame tra il brand Amarone e il territorio della Valpolicella Classica. L’intenzione è quella di esaltare questo vino simbolo del made in Italy nel mondo facendo in modo che le cantine possano raccontare la loro storia a esperti e appassionati stando all’interno del proprio territorio» commenta l’Assessore Coeli.

LA SOLIDARIETÀ

Il Sindaco Grison aggiunge: «Oltre all’importanza che questo evento riveste per le cantine e gli appassionati del vino, anche stavolta ci sarà una parte dedicata alla solidarietà. Si tratta dell’asta con le annate storiche di Amarone. Mentre nel 2018 il ricavato dell’asta andrò ai Comuni terremotati del Centro Italia, stavolta il contributo sarà devoluto alla parrocchia di Negrar per la costruzione della nuova «Casa famiglia» dove saranno accolti persone in difficoltà e disabili».

Per il terzo anno infatti la Vetrina dell’Amarone si tingerà di solidarietà, con l’asta organizzata sabato 23 marzo dalle 17.00 alle 18.00. All’evento parteciperanno al massimo 40 cantine. Ad ogni partecipante verrà chiesta un’annata “storica” da mettere in palio all’asta benefica.

LA COLLABORAZIONE CON I TRE SOMMELIER FIORINI BONINSEGNA E SCANDOGLIERO

Il Comune di Negrar – Assessorato al Turismo e Promozione del Territorio, organizzatore dell’iniziativa, con la collaborazione di Mediawine Srl, guidata dai sommelier Enrico Fiorini, Gianluca Boninsegna e Marco Scandogliero, intende contribuire al riconosciuto apprezzamento internazionale dell’Amarone, pregiata eccellenza veronese.

«Una delle novità di quest’anno saranno le cinque masterclass, ognuna dedicata ad uno dei Comuni della Valpolicella Classica, vale a dire Negrar, Fumane, Sant’Ambrogio, Marano e San Pietro in Cariano» spiega Marco Scandogliero. «Dirette dai tre sommelier, durata di due ore ciascuna, non saranno delle lezioni, ma veri e propri momenti d’incontro culturale con degustazioni guidate alla presenza dei produttori dove si parlerà di tecniche del vino».

L’evento è aperto al pubblico e agli addetti del settore, il biglietto costerà 25 euro, mentre le master class 50 euro con incluso il prezzo d’ingresso alla manifestazione. «Il vino rappresenta per Verona un’azienda fondamentale che va fortemente valorizzata. Il nostro lavoro non è solo quello di tecnici di vino, ma soprattutto di comunicatori di una cultura del bere sano e in maniera responsabile» aggiunge Enrico Fiorini.

Gianluca Boninsegna conclude: «Alla manifestazione parteciperanno 40 cantine ed è molto probabile che si sarà anche la presenza della Polizia di Stato proprio con un apposito spazio dove sensibilizzare gli automobilisti alla guida sicura».

Per ulteriori informazioni: vetrinaamarone@mediawine.eu

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close