EventiIncontriProvinciaSport

Pesistica del Veneto in festa a Lazise

Adunata generale della grande famiglia della Pesistica del Veneto, per festeggiare e premiare atleti, tecnici, dirigenti, società, ufficiali di gara e i tanti collaboratori, per l’attività svolta nel quadriennio olimpico 2017-2020, festa rimandata di un anno causa la pandemia da Coronavirus.


La festa si è svolta domenica 8 maggio, presso la prestigiosa sede della Dogana Veneta, sul lungolago di Lazise, che ha dato particolare lustro ed importanza all’evento celebrativo più importante del quadriennio.
La giornata, dedicata alla memoria di Paolo Zanetti, ha premiato i 105 pesisti, atlete ed atleti veneti, che nello scorso quadriennio hanno vinto medaglie, d’oro, d’argento e di bronzo, in competizioni nazionali ed internazionale di pesistica olimpica, distensione su panca e pesistica paralimpica.


Ben 298 le medaglie arrivate nel Veneto, 99 d’oro, 88 d’argento e 111 di bronzo, per un grande e qualificato bottino di successi individuali e di società, che proietta il Veneto tra le Regioni più importanti, nella bella e difficile disciplina dello sport dei pesi.
Hanno fatto gli onori di casa il sindaco di Lazise, Luca Sebastiano e l’assessore alle manifestazioni Elena Buio, portando i saluti dell’amministrazione comunale, che ha concesso la disponibilità della splendida e storica struttura, che ha ospitato l’evento, con partecipanti arrivati da tutte le sette province del Veneto.
Il presidente del CONI Regionale del Veneto, Dino Ponchio, si è complimentato per l’organizzazione della giornata e per i numerosi e qualificati risultati sportivi ottenuti dalla pesistica del Veneto.


L’assessore del Comune di Verona, Stefano Bianchini, ha sottolineato il particolare rapporto di collaborazione da sempre esistente tra la Fondazione Marcantonio Bentegodi e la pesistica, veronese e veneta, che trova nella città di Verona, la sua storica e naturale sede operativa e logistica. Rolando Fortini, del CIP Verona (Comitato Italiano Paralimpico), delegato del presidente regionale Ruggero Vilnai, ha sottolineato l’attenzione e l’importanza che la FederPesistica riserva all’attività paralimpica, che vede in campo, con grandi successi, numerosi atleti disabili di Cortina d’Ampezzo.
Claudio Toninel, consigliere federale e presidente onorario regionale, dopo aver portato il saluto del presidente nazionale FIPE, Antonio Urso, ha presentato la figura di Paolo Zanetti, atleta campione di pesistica con la Bentegodi, negli anni ’70, poi presidente della “Pesistica Lazise”, fondata con Bruno Toninel e Raul Adami e poi sponsor e sostenitore della disciplina a livello regionale e nazionale, per aver favorito il felice accordo con Gardaland, che per molti anni ha ospitato attività promozionali scolastiche con premiazioni e visite ludico sportive all’interno del prestigioso e famoso parco divertimenti.


E’ seguito un ringraziamento a Silvia e Giuseppe Zanetti, rispettivamente figlia e nipote di Paolo, che hanno collaborato all’evento, in particolare a Silvia, con la sua “Fondazione PAO”, istituzione privata che propone attività gratuite e agevolate, formative e di crescita personale, per adolescenti e giovani.
Andrea Missiaglia, presidente della pesistica del Veneto, ha presentato la “brochure” realizzata per l’evento, che raccoglie statisticamente tutti i risultati agonistici e i record stabiliti dalle pesiste e dai pesisti veneti negli intensi e qualificati quattro anni agonistici 2017, 2018, 2019 e 2020, questi ultimi raccolti e catalogati con impegno e cura da parte del veronese arbitro nazionale Luigi Dassi.


Sono stati premiati i 105 atleti veneti medagliati, 38 che hanno vinto medaglie d’oro, 30 d’argento e 37 di bronzo, al primo posto dei quali figura Celine Ludovica Delia, della Bentegodi, con 13 ori, 2 argenti e 1 bronzo, seguita dall’altra bentegodina Carlotta Brunelli, con 10 ori e con i veronesi Maria Vittoria Sportelli, Luca Bellamoli, Davide Faggioni, Giada Varalta, Davide Giacalone, Angelo Amadei, Enrique Taietta, Jeanandre Akunto e Jasmine Federica Delia nel novero delle medaglie d’oro.
Premiati i presidenti e i tecnici di tutte le oltre 50 società del Veneto, con la Fondazione M. Bentegodi in bella mostra, tra le veronesi, seguita dalla Pesistica Bussolengo, Snatch Quadrato Villafranca, Tempio degli Elfi Verona e Sporting Club Lessinia di Bosco Chiesanuova.


Particolari riconoscimenti anche per Umberto Milani, storico dirigente regionale, Fausto Tosi, coordinatore regionale insegnanti tecnici, Maria Vittoria Sportelli, direttrice tecnica regionale, Luca Damian, delegato FIPE per Verona e Michela Toninel, coordinatrice regionale Ufficiali di Gara, questi ultimi tutti chiamati e premiati, per il loro prezioso e indispensabile lavoro svolto durante le competizioni.
Il buffet e i brindisi finali, hanno poi permesso a tutti di trascorrere qualche ora in piacevole compagnia, finalmente liberi dalle restrizioni e dai rigidi protocolli, che per circa due anni hanno fortemente limitato e penalizzato anche l’ambiente della pesistica, ma con gli occhi già puntati sui prossimi impegnativi appuntamenti agonistici che vedranno impegnati i nostri atleti, in campo regionale e nazionale.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button