CronacaLegnagoPrimopianoProvincia

13 febbraio 1999 -2019: 20 anni dalla riapertura del Teatro Salieri

Vent’anni fa, il 13 febbraio 1999 riapriva il Teatro Salieri di Legnago, dopo i lavori di ristrutturazione per i necessari adeguamenti alle norme di legge che lo avevano tenuto chiuso per 10 anni.

Il prossimo mercoledì 13 febbraio, dunque, il teatro festeggerà i 20 anni dalla riapertura assieme ad un migliaio di bambini, alunni delle scuole primarie del comprensorio legnaghese, che assisteranno ad uno spettacolo a loro dedicato.

Per ricordare questo importante momento, e per ribadire il valore educativo del teatro, i piccoli spettatori verranno accolti dal Sindaco di Legnago, Clara Scapin, assieme al Presidente della Fondazione Culturale Salieri Stefano Gomiero.

Tutti giù dal muro della compagnia Stivalaccio Teatro ci racconterà un luogo, o meglio, un Non luogo. Due bambine, Margherita ed Evelina, con tutto da scoprire: la gioia, l’amicizia, la paura, i pregiudizi. Un giorno i “grandi” decidono che il paese va diviso in due. Gli “Uni” da una parte gli “Altri” dall’altra. Perché? Un motivo si trova sempre: colore della pelle, lingua, religione, chi lo sa? Uno vale l’altro. Ed ecco comparire la Guardia, pronta a dividere il paese. Ma, se è vero che “una risata vi seppellirà”, le piccole Margherita ed Evelina terranno sotto scacco l’intero paese e metteranno alla berlina la Guardia, finché da ogni finestra non si leverà uno sghignazzo assordante!

CENNI STORICI

La storia del Teatro Salieri inizia al principio del XX secolo, con la volontà di alcuni cittadini di costruire un teatro nella piccola città di Legnago, adagiata sulle sponde dell’Adige in mezzo alla pianura veronese.

La costruzione della struttura teatrale iniziò a partire dal 1911, secondo il progetto congiunto di Vittorio Bressan e Benvenuto Maggioni, che ricevettero l’incarico da un gruppo di legnaghesi riuniti nella “Società anonima teatrale”, sorta proprio con l’intento di creare uno spazio teatrale per la cittadina di Legnago. L’ossatura del nuovo edificio era già impiantata ed ad un buono stato nel 1914, ma, a causa dello scoppio del primo conflitto mondiale nel 1915, i lavori di costruzione subirono una battuta d’arresto. Mancavano ancora infatti da completare alcuni lavori di sistemazione del tetto e della facciata.

Soltanto nel 1925 furono ripresi i lavori, ed in gran fretta per poter festeggiare il 1º centenario della morte di Antonio Salieri, il noto musicista legnaghese al quale fu dedicato il teatro, morto appunto nel 1825 a Vienna.

A seguito alle difficoltà economiche che impedivano il completamento dell’edificio, la “Società anonima teatrale” si vide costretta a cedere la struttura al Comune, il quale la adibì a sala cinematografica. L’interno del teatro e la sua facciata furono pensati e disegnati nel 1941 dall’architetto Luigi Piccinato, ma tale progetto non venne portato a termine, anche per la Seconda guerra mondiale in corso.

Il teatro venne ultimato solamente dopo il secondo conflitto mondiale. Il teatro Salieri venne finalmente inaugurato il 15 settembre 1956 e per oltre trent’anni il suo calendario è sempre stato ricco di rappresentazioni teatrali, oltre ad essere usato anche come sala cinematografica.

L’edificio venne chiuso nel 1989 per poter permettere la realizzazione di alcuni lavori di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria al fine di adeguarlo alle norme di legge.

Luciano Cenna, l’architetto veronese a cui è stato affidato questo lavoro, ha preferito operare attraverso un restauro conservativo recuperando tutti gli elementi preesistenti, soprattutto negli elementi decorativi delle colonnine e lesene dell’atrio e del ridotto. In seguito a questi lavori, il teatro è stato nuovamente inaugurato il 13 febbraio 1999.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close