CronacaPrimopianoProvinciaVerona

Cultura della legalità

Si è ripetuto anche quest’anno il progetto “Cultura della legalità” che ha visto coinvolti il Comando Provinciale Carabinieri di Verona e il Gruppo Carabinieri Forestale di Verona.

Sono 69 gli istituti scolastici del territorio che hanno aderito con la possibilità di effettuare incontri didattici e visite presso le caserme dell’Arma.

Durante queste occasioni gli Ufficiali di tutta la Provincia hanno affrontato delicati temi di attualità, come il problema dell’alcool, della droga, del bullismo e del cyber-bullismo. Il Comando Provinciale ha anche aperto le porte agli studenti in visita presso la caserma. Sono stati circa 900 gli alunni, provenienti da 11 istituti, che hanno visitato gli uffici del presidio militare.

Durante questi incontri gli studenti hanno potuto conoscere i mezzi in dotazione all’Arma (autoradio, motociclette, ecc….), visitare la Centrale Operativa e gli studenti degli istituti superiori hanno visitato anche il LASS (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti). Ad attirare grande attenzione degli allievi è stata inoltre anche la presenza del Nucleo CC Cinofili di Torreglia, che ha contributo con dimostrazioni pratiche di ricerca stupefacenti e materiale esplosivo.

Il percorso didattico ha coinvolto anche l’importantissimo tema della legalità ambientale e della biodiversità: più di 4mila alunni sono stati destinatari di incontri formativi tenuti dal Gruppo Carabinieri Forestale e dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Verona che hanno illustrato l’importante tema della legalità ambientale e della Biodiversità.

In queste occasioni si è dato particolare risalto al delicato problema attinente la protezione delle “Specie animali e vegetali in via d’estinzione”, aspetto quest’ultimo di competenza del Nucleo Carabinieri Cites di Verona. Questo Reparto infatti è impegnato quotidianamente in rilevanti e complesse operazioni di polizia giudiziaria finalizzate a contrastare il dilagante problema del traffico illegale di specie animali e vegetali.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close