PrimopianoSport

Veleggiare verso le Olimpiadi: il sogno di Alexandra e Silvia può diventare realtà grazie al crowdfunding

Le due atlete diciottenni veronesi possono essere sostenute economicamente

Sostenere due atlete diciottenni veronesi Alexandra Stalder e Silvia Speri a veleggiare verso le Olimpiadi. E’ questo l’obiettivo della raccolta fondi online «Dal crowdfunding alle Olimpiadi» sul portale Eppela che terminerà il 30 di ottobre (https://www.eppela.com/it/projects/19344-dal-crowdfunding-alle-olimpiadi) allo scopo di ricevere donazioni in denaro e consentire alle due sportive di acquistare la nuova imbarcazione o rendere più performante quella attualmente in uso per la campagna olimpica.

«Oltre ai nostri genitori e ai nostri Circoli di appartenenza, Centro Nautico Bardolino e Fraglia Vela di Peschiera, che da sempre ci sostengono – raccontano Alexandra e Silvia – stiamo cercando nuovi sponsor per un contributo finanziario. Pensiamo che tutti, anche con un piccolo contributo di 10 euro e persino in forma anonima, possano sostenere il nostro sogno e per questo abbiamo deciso di attivare una campagna di crowdfunding. Il nostro motto è: “Il sogno delle Olimpiadi può essere di tutti. Anche il Tuo”».

L’obbiettivo, a breve, è di acquistare la nuova barca dal costo di 32.000 euro o una parte di essa, che accompagnerà le atlete per i prossimi due anni.

Una campagna olimpica nel settore della vela, che in genere dura due anni, comporta una serie di impegni sia finanziari che personali per le atlete: avere a disposizione due barche, una da allenamento e una da regata, quattro giochi di vele, un allenatore in acqua e un trainer in palestra e avere la possibilità di partecipare al circuito di regate che si tengono nei cinque continenti, trascorrere 396 giornate di allenamento in acqua e 396 allenamenti in palestra.

«Lo scopo del nostro Circolo – evidenzia Giovanni Montresor, presidente della Fraglia Vela Peschiera – è far avvicinare i bambini al mondo della vela e aiutarli a diventare velisti. Se poi un nostro atleta raggiunge risultati tali da poter andare alle Olimpiadi è una grande soddisfazione. Silvia Speri e Alexandra Stalder hanno raggiunto traguardi significativi come l’argento mondiale nella classe giovanile 420 e oggi sono nella classe olimpica 49°FX uno degli equipaggi più promettenti. Vale davvero la pena aiutare queste due ragazze a realizzare il loro sogno olimpico e sentirsi tutti parte del progetto».

La storia di Alexandra e Silvia

Durante il 2014,  Alexandra Stalder e Silvia Speri, tesserate rispettivamente con il Centro Nautico Bardolino e con la Fraglia Vela Peschiera, si conoscono durante le regate zonali. Grazie all’intuizione dei loro allenatori, decidono di andare in barca insieme; acquistano un’imbarcazione usata e iniziano ad andare in 420.

Nel 2015 inizia la nuova avventura in coppia, allenandosi alla Fraglia Vela Malcesine. Le due ragazze trovano subito un gran feeling e con il tempo instaurano una complicità straordinaria. Ottengono nello stesso anno la qualifica per il campionato del mondo in Giappone, ma vi rinunciano a causa degli alti costi che comporta la trasferta. Entrano a far parte del Gruppo Nazionale Giovanile U19 con allenatore Gianluigi Picciau. Nel 2016, acquistano una nuova barca e grazie all’ impegno continuo si selezionano per campionato europeo in Ungheria, campionato del mondo a Sanremo e Campionato del mondo ISAF in Nuova Zelanda. In Ungheria Alexandra e Silvia ottengono la medaglia di bronzo e in Nuova Zelanda (storia e immagini) conquistano la medaglia d’argento. Grazie a questi risultati la Federazione Italiana Vela assegna loro il titolo di velista dell’anno. Nel 2017 si selezionano per il campionato europeo a Riva del Garda e per il Campionato del Mondo in Australia ma vi rinunciano dato che decidono di iniziare una nuova avventura: 49erFX in classe olimpica. Grazie ai numerosi risultati ottenuti ricevono offerte di borse di studio per studiare negli Stati Uniti, ma decidono di rinunciare per seguire il loro sogno: le Olimpiadi. Sono ora allenate da Filippo Togni. Ulteriori informazioni su Facebook: https://www.facebook.com/stalder.speri.

Nella foto dell’articolo: a sinistra Alexandra Stalder, a destra Silvia Speri

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close