CulturaLegnagoProvincia

La storia di Legnago raccontata attraverso tre targhe in tre punti di rilevanza storico-artistica della città

Sono state installate la scorsa settimana a Legnago alla presenza del Sindaco Graziano Lorenzetti, del Vice Sindaco Roberto Danieli, della presidente del Consorzio Pro Loco del Basso Veronese Teresa Meggiolaro e del presidente di Pro Loco Legnago Cesare Canoso

Sono state installate venerdì 4 febbraio a Legnago alla presenza del Sindaco Graziano Lorenzetti, del Vice Sindaco Roberto Danieli, della presidente del Consorzio Pro Loco del Basso Veronese Teresa Meggiolaro e del presidente di Pro Loco Legnago Cesare Canoso, tre targhe in tre punti di rilevanza storico-artistica della città.

L’iniziativa rientra nel progetto “La Bassa Veronese accoglie il turista”, avviato nel 2020 dal Consorzio Pro Loco del Basso Veronese e diretto a mappare siti di patrimonio artistico, sia privato che pubblico, con supporto QR code in inglese ed italiano. .

La mappatura è stata possibile grazie a un finanziamento ottenuto con Bando Regionale 2020 per la “concessione di contributi a sostegno dell’attività di promozione e valorizzazione turistica, culturale, folcloristica ed enogastronomica locale realizzate dalle forme associate delle Pro Loco”.

Le tre targhe sono state collocate rispettivamente di fronte al Camino dello Zuccherificio e sulle pareti a fianco dei due Leoni Veneziani presenti sul Ponte, lato Legnago e Porto.

“Oggi il Consorzio con l’associata Pro Loco Legnago ha invitato i rappresentanti dell’Amministrazione a visitare le targhe installate su alcuni monumenti storici della città”, ha commentato Meggiolaro. “Li abbiamo invitati in vista del nostro ritorno qui il prossimo maggio, in occasione dei festeggiamenti del quarantesimo del nostro Consorzio. Abbiamo scelto Legnago perché centro del territorio della nostra Bassa. Un’occasione per riscoprire e rivalutare le bellezze che abbiamo a portata di mano. La cartellonistica realizzata con le 15 Pro Loco e il contributo della Regione Veneto è un progetto avviato due anni fa. Il nostro obiettivo è stato quello di consentire nuove opportunità di conoscenza e fruibilità al turista e ai visitatori, come ad esempio gli utenti del cinema o i clienti del centro commerciale a fianco dello zuccherificio, tramite la lettura del QR code indicati sulle targhe. A causa della pandemia le nostre attività all’aperto si sono ridotte e non siamo riusciti prima a portare a termine il progetto. Ricordo anche che il nostro Consorzio ha inserito in una App della Regione Veneto alcuni percorsi ciclopedonali che interessano il territorio di Legnago. Questi itinerari naturalistici agevolano il turismo lento e offrono conoscenze artistiche e naturali lungo il percorso”.

“Un ringraziamento al Consorzio per l’iniziativa”, ha dichiarato il Sindaco. “E’ una memoria storica importante per il nostro territorio. Basti pensare al ruolo che ha avuto lo zuccherificio nello sviluppo economico della città.

“Questa iniziativa porterà interesse e valorizzerà il nostro territorio, in particolar modo lo zuccherificio, che racchiude la storia dei nostri nonni e bisnonni”, ha concluso Canoso.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button